rotate-mobile

VIDEO | Caso Alice Neri. Ingroia: "Indagini incomplete, ma la Procura è sicura di avere individuato l'assassino"

Oggi gli esiti delle perizie sulle impronte ritrovate sulla scena del delitto di Alice Neri, dai quali non è sostanzialmente emerso nulla. Grande attesa per venerdì, giorno in cui si attendono i risultati più interessanti

Una nuova udienza del procedimento penale per l'omicidio di Alice Neri si è svolta questa mattina presso il Tribunale di Modena. Durante l'udienza, sono stati esaminati gli esiti delle perizie dattiloscopiche sulle impronte digitali ritrovate sul luogo del delitto. L'udienza si è però conclusa in un nulla di fatto: le tre impronte digitali rinvenute non sono risultate attribuibili ad alcuno dei tre indagati, mentre altre non sono state nemmeno refertabili.

Oltre ad avvocati e consulenti, in aula erano presenti anche gli indagati Nicholas Negrini e Marco Cuccui, rispettivamente marito e collega di Alice Neri, per le cui posizioni la Procura ha recentemente chiesto l'archiviazione. Una richiesta di archiviazione accolta con favore da tutte le parti in causa, compresa la famiglia Neri-Marzoli (unica parte a poter, eventualmente, opporsi alla richiesta di archiviazione), rappresentata dall'Avv. Cosimo Zaccaria: "la svolta che vi è stata è stata importantissima, perchè assottiglia il numero degli indagati e fa sì che tutto vada a convergere contro Gaaloul".

Certamente di diverso avviso è l'Avv. Roberto Ghini, difensore del principale indiziato Mohamed Gaaloul, che pur essendo a favore del proscioglimento di Negrini e Cuccui evita di trarre conclusioni circa il conseguente indirizzamento delle indagini verso il suo assistito. Qualche dubbio pare essere nutrito anche dall'Avv. Antonio Ingroia, difensore del marito di Alice Nicholas Negrini, dalle cui dichiarazioni emerge una sostanziale diffidenza verso l'attuale ricostruzione dei fatti. Secondo l'Avv. Ingroia infatti, la Procura di Modena avrebbe la certezza di aver individuato l'assassino in Mohamed Gaaloul, pur avendo svolto, ad oggi, indagini "non complete" - almeno ai fini dell'inizio del processo - ed effettuate "in ritardo nelle prime battute". Un'opinione, quella dell'Avv. Ingroia, che egli stesso definisce "incompatibile con la ricostruzione che fino ad oggi abbiamo davanti".

I nodi ancora da sciogliere, potrebbero districarsi nella giornata di venerdì 7 luglio, in cui è attesa la conclusione dell'incidente probatorio sulla presenza di eventuali tracce di dna sui reperti recuperati sul luogo del delitto e sull'esame delle tracce chimiche sulla macchina di Alice Neri, verosimilmente incendiata con benzina. 

Caso Alice Neri, la Procura chiede di archiviare le indagini sul marito e il collega 

Omicidio Alice Neri: sfuma l'ipotesi di Ignoto 1. Ancora dubbi sui pantaloni di Gaaloul 

Video popolari

ModenaToday è in caricamento