Venerdì, 19 Luglio 2024
Attualità

Un nuovo insufflatore donato da CCM all’Endoscopia del Policlinico di Modena

La Cooperativa Cartai Modenese ha effettuato questo gesto in memoria del proprio dipendente e socio Andrea Orsi, prematuramente scomparso. Nei giorni scorsi una piccola cerimonia di consegna

Un nuovo strumento al servizio della Struttura Complessa di Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Modena, diretta dalla Dottoressa Rita Conigliaro. Si tratta di un insufflatore di anidride carbonica che è stato gentilmente donato dalla CCMCooperativa Cartai Modenese, per l’attività che viene svolta al quarto piano del Policlinico di Modena. Il reparto ha ospitato nel pomeriggio di ieri, mercoledì 6 settembre, una breve cerimonia di consegna di questo apparecchio alla presenza del Direttore Generale dell’AOU, Dottor Claudio Vagnini, della Direttrice Rita Conigliaro, della Responsabile della Endoscopia Digestiva e Piastra Endoscopica Polispecialistica e d'Urgenza del Policlinico e di Baggiovara, Dottoressa Helga Bertani, e del Presidente di CCM, Dottor Davide Faietti oltre ai famigliari di Andrea Orsi.

L’utilità di questo strumento nasce dal fatto per cui la CO2 oggi viene utilizzata al posto dell'aria in tutte le procedure endoscopiche sia diagnostiche che operative, in quanto viene riassorbita molto più velocemente rispetto all'aria. «Nelle procedure endoscopiche diagnostiche – spiega la Dottoressa Rita Conigliaro – utilizzando questa metodologia si riduce il discomfort legato all'insufflazione necessaria alla visualizzazione della mucosa dello stomaco e dell'intestino, durante e dopo l'esame endoscopico, soprattutto se il paziente è stato sottoposto a interventi chirurgici. Oggi l’insufflazione è ormai a tutti gli effetti mandatoria nelle procedure operative, come accade nella endoscopia operativa sull'esofago o endoscopia bilio-pancreatica e resettiva, come scritto sulle Linee Guida, in quanto migliora il comfort ma soprattutto, in caso di perforazioni trattate endoscopicamente, riduce molto il dolore addominale e le complicanze post-procedurali».

«CCM Cooperativa Cartai Modenese, attiva da oltre 50 anni sul mercato, ha tra i suoi obiettivi quello di contribuire alla crescita socio-economica della realtà in cui è presente, mettendo sempre in primo piano le persone e la creazione di un benessere diffuso per la comunità – commenta Davide Faietti – per questo motivo abbiamo effettuato questa donazione in memoria nel nostro socio e amico Andrea Orsi, scomparso prematuramente, in modo da concretizzare il nostro impegno a favore del territorio».

«Ringraziamo sentitamente Cooperativa Cartai Modenese per questo gesto prezioso – evidenzia il Direttore Generale dell’AOU di Modena, Claudio Vagnini – ancora una volta un’impresa del territorio ha risposto presente nel voler dare il proprio contributo nel mantenere la qualità dei servizi sanitari offerti dai nostri ospedali».

I familiari di Andrea Orsi hanno colto l’occasione per ringraziare CCM Coop Cartai Modenese per la donazione effettuata e per la sensibilità dimostrata nel corso degli anni al loro collega e amico.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un nuovo insufflatore donato da CCM all’Endoscopia del Policlinico di Modena
ModenaToday è in caricamento