rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Attualità

Il largo del 1957 incanta i modenesi. Perchè non conservarlo?

In tanti che hanno ammirato le scenografie del set cinematografico si sono chiesti "perchè non tenerle sempre e farne un'attrazione turistica?" Muzzarelli: "Cercheremo di valorizzare l'esperienza di questo film"

Vecchi cartelloni pubblicitari del 1957, banchine del bus vintage e tanto altro. Molti modenesi sono rimasti incantati dagli allestimenti in Largo Garibaldi per le riprese del film su Enzo Ferrari. Dai più giovani che non hanno mai vissuto in quell’epoca ai più anziani che invece proprio quei cartelloni portano alla mente ricordi di un tempo lontano.

E così sono tanti a chiedersi e a chiedere alle istituzioni se è possibile lasciare un pezzetto del mondo di Hollywood e della vecchia Modena li com’è anche in futuro, come una parte di città congelata nel tempo ma che porta alla mente tanti ricordi del periodo della Modena del Drake.

Insomma Hollywood ha incantato i modenesi ma ancora di più ad affascinare è stata la Modena del ’57 tanto che a gran voce si chiede di lasciarla in modo permanente. Abbiamo chiesto al Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli se questa idea è fattibile.?

“Cercheremo di trovare la testimonianza per tenere questo momento molto importante e interessante di valorizzazione dell’esperienza di questo film che parla di un nostro mito: di un mito d’Italia e del Mondo e naturalmente dell’esperienza di Modena nel particolare anno del 1957.Credo che dobbiamo conservare tutto il possibile ma soprattutto avere fiducia che questo sia un film che decolli a livello internazionale. Più si parla della Ferrari e più si parla di Modena e dell’Italia e meglio è.”

Un film con attori importanti e di fama mondiale, si va da Adam Driver a Penelope Cruz. La star Spagnola si è anche già avventurata per la città andando alla scoperta dei tradizionali tortellini. E così il Sindaco ha scherzosamente commentato "l'incursione" dell'attrice al noto ristorante "Da Enzo" di domenica. " Non ho ancora conosciuto gli attori. L’importante è che Penelope Cruz faccia un ottimo film e soprattutto che assaggi i nostri famosi tortellini. Questo è quello che serve"

Dal Modena park di Vasco, i concerti allo stadia Braglia poi Hollywood e in contemporanea anche il film di Bellocchio. Modena ha voglia di essere presente sulla scena nazionale e internazionale.

“Noi dobbiamo lavorare perché Modena è un grande valore e un grande brand.- afferma Muzzarelli- Dobbiamo portare Modena al ruolo che ha e che merita. Modena è una grande città e una grande comunità e deve continuare a stare in cima alle strategie internazionali”.

Ciak in largo Garibaldi, Penelope Cruz sul set di "Ferrari" - LE FOTO

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il largo del 1957 incanta i modenesi. Perchè non conservarlo?

ModenaToday è in caricamento