rotate-mobile
Cronaca Carpi

Droga a domiclio per gli studenti durante il lockdown, sequestri e un arresto

Dieci abitazioni perquisite dai Carabinieri, che da alcuni mesi indagavano su un giro di stupefacenti indirizzato ai giovanissimi di Carpi e Modena

E' scattata stamattina alle prime luci dell’alba un'operazione dei carabinieri della Compagnia di Carpi, supportati da quelli delle Stazioni di Modena San Damaso e di San Giovanni in Persiceto, nonché dal Nucleo Cinofili di Bologna. Nel mirino un traffico di stupefacenti, sul quale i militari carpigiani indagavano dal febbraio scorso, in concomitanza con il lockdown.

L'inchiesta ha riguardato 10 ragazzi poco più che maggiorenni, ritenuti responsabili di aver organizzato una rete per la consegan di marijuana e hashish, che raggiungeva i coetanei anche direttamente a casa, nel periodo di chiusura delle scuole e di divieto di uscire se non per ragioni di emergenza. Droga che riforniva le piazze di Carpi e di Modena

Come detto, questa mattina sono state eseguite dieci differenti perquisizioni, a seguito delle quali è stato sequestrato circa mezzo chilo di droga tra hashish e marijuana, nonché diverse migliaia di euro e tantissimo materiale per il confezionamento dello stupefacente.

Uno di questi giovani è stato arrestato in flagranza di reato mentre ad un altro sono state sequestrate tre piante di canapa indica e mezz’etto di marijuana.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga a domiclio per gli studenti durante il lockdown, sequestri e un arresto

ModenaToday è in caricamento