menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio in zona Morane, due stranieri in manette dopo l'irruzione nel loro appartamento

Polizia di Stato e Municipale hanno incastrato due giovani nigeriani, segnalati più volte mentre conducevano i loro affari accanto al centro commerciale La Rotonda. Sequestrati shaboo e cocaina

Prosegue la sinergia vincente tra gli agenti della Questura e quelli della Polizia Locale nel contrasto allo spaccio di droga gestito dalla comunità nigeriana. Gli affari illeciti di questi stranieri sono finiti da tempo nel mirino degli agenti, che passo dopo passo stanno provando a scucire la fitta rete di pusher, la quale purtroppo si ricuce con grande facilità e rapidità a fronte di un mercato dove la domanda resta molto alta.

Anche ieri due cittadini nigeriani sono finiti in manette a seguito di una indagine della Squadra Mobile e del Nucleo problematiche del territorio, nata grazie alle segnalazioni giunte a più riprese dalla vigilanza privata del centro commerciale La Rotonda di strada Morane, nel cui parcheggio erano state scoperte compravendite di droga. Gli agenti della Mobile hanno visionato i filmati della videosorveglianza, riuscendo ad identificare gli stranieri coinvolti, in particolare un 35enne nigeriano regolarmente residente nella zona di Paganine con la famiglia.

Così, ieri è stata organizzata una sortita nell'appartamento in questione, con la scusa di una notifica da parte della Polizia Municipale. Quando la moglie del sospettato ha aperto la porta, gli agenti hanno fatto in tempo a notare che il marito stava correndo verso una stanza trasportando un bicchiere con all'interno alcuni involucri. Il 35enne si è chiuso in camera da letto e ha cercato di sbarazzarsi del contenuto del bicchiere gettandolo dalla finestra, sotto la quale era però appostata una agente della Municipale.

I colleghi e i poliziotti nel frattempo hanno fatto irruzione nella stanza da letto, bloccando a fatica lo straniero e un altro inquilino, un 29enne connazionale che a sua volta ha opposto resistenza. Terminato il parapiglia, è entrata in azione anche l'unità cinofila con il cane Victor, che ha fiutato altre sostanze stupefacenti all'interno dell'abitazione. Nel complesso sono state sequestrate una cinquantina di dosi di cocaina e pochi grammi di shaboo, in parte confezionato in dosi e in parte ancora da lavorare. In più sono stati trovati bilancino di precisione e circa 2.500 euro in contanti.

I due nigeriani sono così stati tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio e trattenuti in cella in attesa del processo direttissimo di oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento