rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca Novi di Modena

Spaccio nella Bassa modenese, scattano 14 misure cautelari dopo tre anni di indagine

I Carabinieri hanno documentato in due anni oltre mille cessioni di stupefacente. L'indagine è partita da un sequestro effettuato a Novi tre anni fa. Sequestrati tre chili di droghe

Nuova operazione antidroga su vasta scala per i Carabinieri. Nelle prime ore dei questa mattina, infatti, sono state eseguite diverse misure cautelari nelle province di Modena, Mantova e Reggio Emilia. I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Modena hanno dato esecuzione a un'ordinanza emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modena, su richiesta della Procura modenese. In particolare il Gip ha disposto l'applicazione di 11 misure custodiali in carcere, due misure applicative degli arresti domiciliari ed una misura dell'obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Gli indagati, sono gravemente indiziati a vario titolo di detenzione e cessione di sostanze stupefacenti anche in concorso tra di loro, detenzione illegale di armi rubate, nonché estorsione. Non è stata comunque ipotizzato un reato di tipo associativo, come spesso avviene in questi casi, in quanto lo spaccio di droga su basa spesso su "reti" più o meno formali che non vengono ritenute associazioni per delinquere.

L'attività d'indagine ha avuto inizio ormai tre anni fa: era il 19 novembre del 2019 quando a Novi di Modena furono arrestate due persone per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, con il contestuale sequestro di 800 grammi di cocaina e di una pistola cal. 7.65, arma provento di furto avvenuto empre a novi a inizio di quell'anno.

Le indagini, condotte dal Nucleo Investigativo di Modena anche mediante intercettazioni, hanno permesso di identificare gli indagati che cedevano lo stupefacente ed i loro canali di approvvigionamento, ricostruendo circa un migliaio di cessioni di droga, avvenute dal 2019 al 2021, nelle provincie di Modena, Reggio Emilia e Mantova.

Sono stati anche identificati oltre 80 acquirenti e sequestrati, complessivamente ed a più riprese, i chilo circa di cocaina, uno di hashish ed uno di marijuana.

Dall'inchiesta è emersa anche un'estorsione, attuata da due degli indagati per ottenere il pagamento di una somma di denaro per l'acquisto di una partita di cocaina.

Nella esecuzione delle suddette misure cautelari e delle perquisizioni sono stati impiegati Carabinieri delle province di Modena, Reggio Emilia e Mantova, ed è stato altresì impiegato, quale indispensabile supporto dall'alto, un elicottero del 13° Nucleo Carabinieri di Forlì. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nella Bassa modenese, scattano 14 misure cautelari dopo tre anni di indagine

ModenaToday è in caricamento