Evade dai domiciliari, torna in carcere il leader della "banda dei volanti"

Il giovane moldavo è stato sorpreso mentre armeggiava inotrno ad un'auto nel parcheggio all'inizio di viale Gramsci. Ha fornito ai poliziotti generalità false ma è stato identificato e arrestato nuovamente

La scorsa notte intorno alle 3.30 un giovane è stato notato aggirarsi in modo sospetto intorno ad un'auto, una Audi A3 posteggiata nel parcheggio tra viale Gramsci e via Canaletto Sud. Un pattuglia della Volante si è portata sul posto molto rapidamente e ha individuato il ragazzo, che è stato fermato e perquisito, pur avendo accertato che l'auto non presentava segni di danneggiamento evidenti.

Il giovane straniero non aveva documenti con sè e alla domanda degli agenti ha fornito nome e cognome falsi. I dati non tornavano e soltanto in un secondo momento è stato possibile identificarlo in M.B., 23enne di nazionalità moldava. Il tentativo di confondere i poliziotti era ben motivato: il ragazzo sarebbe dovuto essere a casa in quanto sottoposto agli arresti domiciliari.

Si trattava infatti del 23enne che lo scorso luglio era finito in manette in una brillante operazione della Squadra Mobile di Modena, in quanto ritenuto responsabile di almeno nove furti di volanti e altre componentistiche di auto di pregio, in particolare a marchio BMW. Il magistrato, dopo il primo periodo in cella aveva optato per la pena "casalinga", che tuttavia ieri sera è stata vanificata. Il moldavo è stato quindi tratto in arresto per evasione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Patente a punti. Come fare controllo e verifica del saldo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Meteo | Nevicate fino a quote basse, in arrivo la nuova perturbazione

  • Trova un portafogli al Novi Sad e lo restituisce, ricompensata con una cesta natalizia

  • Svaligiato un agriturismo a Nonantola, le attrezzatture ritrovate in vendita in un negozio di Castelnuovo

  • Furto in casa a Vignola, setacciati i "compro oro" e denunciata una ragazza

Torna su
ModenaToday è in caricamento