rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Cronaca

Chiede passaggi in auto e rapina i guidatori, identificato e arrestato

E' finito in carcere su ordine del Tribunale di Modena un 37enne già noto per altri precedenti. Due automobilisti avevano denunciato di essere rimasti vittima della stessa tipologia di rapina, sotto minaccia di un coltello

Dopo alcune settimane di indagine i Carabinieri della Compagnia di Modena hanno chiuso il cerchio intorno ad un rapinatore seriale. A fine novembre e ad inizio dicembre, infatti, due automobilisti modenesi si erano recati in caserma denunciando di essere stati vittime di una rapina a bordo della propria auto, per mano di uno sconosciuto che aveva chiesto loro un passaggio. I due casi presentavano troppe similitudini per essere slegati e le indagini hanno in effetti appurato che il colpevole era lo stesso uomo.

Il primo episodio si è verificato il 28 novembre, nella zona di San Donnino. Un 35enne si è dato disponibile ad aiutare lo sconosciuto che faceva l'autostop a bordo strada, ma durante il tragitto l'uomo si è fatto minaccioso, ha infilato la mano in tasca minacciando di estrarre un coltello se l'automobilista non gli avesse consegnato il denaro che aveva con sè. Il guidatore, tuttavia, non aveva soldi nel portafogli e in breve è nata una discussione accesa, in cui la paura ha quasi lasciato spazio all'imbarazzo. Il malvivente spazientito ha quindi fatto accostare l'auto ed è sceso andandosene a mani vuote.

Fallito questo tentativo, il rapinatore ha colpito nuovamente il 10 dicembre, questa volta strappando un passaggio ad un 27enne lungo viale Buon Pastore. In questo caso il suo piglio è stato più risoluto e dopo aver estratto il coltello è riuscito ad estorcere al ragazzo una banconota da 20 euro e si è allontanato.

Dopo aver messo a sistema i due crimini, i militari dell'Arma hanno individuato una rosa di nomi, scegliendo fra i soggetti già noti per crimini di questo genere che corrispondevano all'identikit fornito dalle due vittime. Gli stessi automobilisti sono poi stati chiamati a fornire il loro giudizio sulle foto messe a disposizione dai Carabinieri ed entrambi hanno confermato lo stesso volto.

Dopo la burocrazia di rito, infine, nella giornata di ieri i militari sono passati all'azione, raggiungendo il malvivente - un modenese di 37 anni - presso la sua abitazione, dove per altro avrebbe dovuto restare confinato per scontare una precedente condanna ai domiciliari. L'uomo è stato quindi accompagnato in una cella del carcere di Sant'Anna in attesa del procedimento giudiziario.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiede passaggi in auto e rapina i guidatori, identificato e arrestato

ModenaToday è in caricamento