Cronaca

Straniero gambizzato a Savignano, fermato a Ravenna un sospettato

Un italiano di 37 anni si trova in stato di fermo in attesa del pronunciamento del Tribunale di Modena. L'uomo era già stato individuato una settimana fa nel ravennate grazire al lavoro dei Carabinieri

Dopo poche ore di indagini i Carabinieri della Compagnia di Sassuolo, coordinati dal PM Luca Guerzoni, hanno individuato il presunto colpevole dell'aggressione avvenuta a Savignano sul Panaro ai danni di un 39enne marocchino. Lo straniero, nella notte fra l'11 e il 12 agosto scorsi, era infatti stato raggiunto da alcune persone in via Magazzeno, nel parcheggio del ritorante Perla Verde, dove la lite fra i presenti era culminata con una sparatoria. Il marocchino era stato ferito alle gambe da quattro colpi di pistola e ricoverato in ospedale.

Le ricerche hanno portato l'Arma fino nella provincia di Ravenna, a Bagnacavallo, dove i militari hanno rintracciato il principale sospettato dell'aggressione armata: si tratta di un cittadino italiano con precedenti penali,  R.F. di 37 anni, che è stato sottoposto a fermo con l'accusa di lesioni gravi a mezzo di arma da fuoco.

Il PM di turno della Procura ravennate aveva chiesto al Gip locale la convalida del fermo e l’applicazione della misura della custodia cautelare in carcere. Un procedimento che ha richiesto un po' di tempo e si è concretizzato il 16 agosto, quando il giudice ha deciso di non convalidare il fermo, confermando però il restringimento in carcere e il trasferimento dell'intero caso a Modena, zona competente. Gli atti sono stati quindi trasmessi alla Procura della Repubblica di Modena dopo una settimana e il 23 agosto è stata rinnovata la richiesta di applicazione della misura della custodia cautelare in carcere nei confronti del 37enne. Ora spetterà al Gip di Modena esprimersi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Straniero gambizzato a Savignano, fermato a Ravenna un sospettato

ModenaToday è in caricamento