menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mazzette per una pratica edilizia, 5 anni di carcere per l'ex dirigente comunale

Dopo la sentenza della Cassazione, la Finanza ha condotto in cella Enrico Tagliazucchi, che fu arrestato nel 2012 quando dirigeva l'Ufficio Urbanistica del Comune di Serramazzoni

Nei giorni scorsi, dopo quasi 9 anni, si è chiusa la vicenda giudiziaria a carico di Enrico Tagliazucchi, ex direttore dell'Ufficio Urbanistica del Comune di Serramazzoni, che venne arrestato con l'accusa di concussione nel 2012.

Le attività investigative condotte dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Modena accertarono il pagamento di una mazzetta di 500 euro - ritenuti prima trance di 10.500 -, rinvenuta addosso al dirigente comunale, dopo un concitato inseguimento in auto nella zona di Marano e da quest’ultimo pretesa da un geometra locale per il rilascio di una licenza edilizia.

Il professionista vittima della richiesta denunciò l’accaduto facendo così scattare la trappola, di concerto con i militari delle Fiamme Gialle, che intervenirono sul luogo della consegna della tangente, dopo aver fotocopiato ed identificato le banconote versate dal geometra all’allora responsabile dell’ufficio tecnico comunale.

Nella mattinata odierna Finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Modena hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della locale Procura dopo la conferma in Cassazione della pena di 5 anni di reclusione già stabilita in 1° e 2° grado.

La Cassazione ha quindi confermato le sentenze dei gradi precedenti, confermando il reato di concussione. Restano invece aperti i procedimenti in sede civile, dove lo stesso Comune dell'Appennino modenese - in quegli anni scosso da molte vicende delicate - potrebbe chiedere un risarcimento.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento