rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Formigine

Botti illegali, iniziano i controlli della Municipale

Al via i controlli della Polizia Municipale per impedire la vendita di botti pericolosi nel territorio comunale di Formigine

Come è ormai tradizione nell'imminenza delle festività, gli agenti della Polizia Municipale di Formigine sono impegnati in un'operazione di controllo del territorio per impedire la vendita e l’uso improprio di botti pericolosi ed illegali, ovvero privi delle prescritte indicazioni sulla confezione. Saranno controllate le rivendite del centro e delle frazioni, in particolare negli ultimi giorni dell'anno, quando si concentreranno le richieste più massicce.

“In tema di botti ci sono due livelli di controllo: uno è il classico disturbo alla quiete pubblica e il danneggiamento di cose pubbliche o private - spiega il Comandante del Presidio della Polizia Municipale Mario Rossi - l’altro è legato alla sicurezza, in particolare alla vendita dei prodotti. Da tanti anni, abbiamo costituito una piccola unità di agenti specializzati in questi controlli. In passato, ci sono state alcune denunce e sequestri, ma negli ultimi anni siamo riusciti quasi ad azzerare il fenomeno”.

Occorre tenere ben presente che i cosiddetti “giochi pirici” non sono dei giocattoli veri e propri, ma materie esplodenti che possono essere vendute liberamente solo dopo essere state declassate dal Ministero dell’Interno, che ne autorizza la vendita solo ai maggiori di 14 anni. Per essere considerato “gioco pirico”, ogni singolo pezzo in vendita deve riportare un’etichetta in italiano con il nome dell’articolo, della ditta produttrice o importatrice, gli estremi del decreto ministeriale con cui si dà atto del declassamento del gioco pirico. In particolare, deve riportare la dicitura“articolo pirico di libera vendita”. Inoltre tutti gli artifici pirotecnici devono riportare il marchio CE. Tali prodotti che non riportino queste diciture, non possono essere considerati di libera vendita.

La detenzione di tali “giochi pirici” non in libera vendita da parte di commercianti e utilizzatori non autorizzati, comporta sanzioni penali così come la vendita ai minori di 14 anni. E' infine vietato utilizzare (art.8 del Regolamento comunale di Polizia Urbana) il materiale esplodente, anche se legale, nei centri abitati, perché in grado di disturbare la quiete pubblica. La violazione comporta una sanzione di 50 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botti illegali, iniziano i controlli della Municipale

ModenaToday è in caricamento