Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca Stadio Braglia / Piazza d'Armi

Controlli a tappeto tra Novi Sad e stazione, tre stranieri denunciati

Un nuovo servizio coordinato dalla Squadra Mobile ha interessato ieri pomeriggio alcune zone della città. Sequestrate modiche quantitià di droga e fermati acluni stranieri privi di documenti

Ieri pomeriggio la Polizia - unendo le forze della Squadra Mobile di Modena e del Reparto Prevenzione Crimine di Reggio Emilia - è tornata a perlustrare in maniera capillare il parco Novi Sad e alcune aree limitrofe. Gli agenti hanno infatti svolto controlli serrati anche in piazzale Tien An Men, alla Stazione ferroviaria e ai Giardini Ducali. Il servizio ha permesso di identificare complessivamente 42 persone, delle quali 36 di nazionalità straniera. Il dato dei pregiudicati individuati nei controlli, 19 su 42, conferma le frequentazioni rischiose di quel quadrante di città.

Entro l'anello del Novi Sad l'attenzione si è focalizzata sui tanti gruppetti di cittadini africani che frequentano l'area verde e sulla ricerca di eventuali spacciatori di droga: un fenomeno diminuito all'interno del parco negli ultimi mesi, ma mai del tutto estirpato. I controlli di ieri non hanno però evidenziato la presenza di pusher: sono stati segnalati alla Prefettura soltanto due giovani, un italiano e un marocchino, sorpresi con pochi grammi di droga per uso personale.

Fra i tanti stranieri identificati, tre sono stati accompagnati in Questura e poi rilasciati dopo una denuncia a piede libero per violazione delle norme sull'immigrazione e per falsa attestazione di generalità. Si tratta di giovani richiedenti asilo provenienti da Senegal e Gambia, che attualmente risiedono in città in attesa di una risposta alla loro domanda di accoglienza, ma che erano al parco senza il documento che attesta il loro status, come invece richiede la legge.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli a tappeto tra Novi Sad e stazione, tre stranieri denunciati

ModenaToday è in caricamento