Lite in viale Gramsci, interviene la Polizia. Controllate trenta persone

Nuova tornata di controlli da parte delle forze dell'ordine nelle zone più a rischio. Sedato il litigio per motivi di denaro: denunciato uno dei due litiganti, irregolare sul territorio

Nel pomeriggio odierno gli agenti della Questore di Modena, con il supporto ormai costante del Reparto Prevenzione Crimine, hanno svolto un nuovo servizio di controllo a tappeto dell'area comrpresa fra viale Gramsci e la stazione ferroviaria. Proprio durante il presidio nel viale, i poliziotti sono intervenuti per sedare una lite che stava assumendo contorni violenti.

Un cittadino italiano di anni 41 stava infatti discutendo animatamente con un tunisino, il quale si era anche appropriato del suo cellulare. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, il diverbio sembrerebbe scaturito da inadempienze contrattuali tra i due contendenti.

Il tunisino B.H, di anni 47, accompagnato presso gli uffici della Questura per ulteriori accertamenti, è stato denunciato in stato di libertà. L'accusa non è relativa alla lite di poco prima, ma al fatto che il nordafricano non era in regola con il permesso di soggiorno.

Nel complesso, nel corso del pomeriggio sono state 31 le persone controllate, di cui 9 straniere. Tra queste 12 avevano precedenti di Polizia per reati contro il patrimonio. Non è però stata riscontrata alcuna irregolarità.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque emiliani contagiati, Bonaccini: "Stiamo valutando chiusura di nidi, scuole, impianti sportivi e musei"

  • Trema la pianura, scossa di terremoto MI 3.4 tra Modena e Reggio

  • Coronavirus. Tutte le scuole in Emilia-Romagna chiuse fino al 1 marzo

  • Due nuovi casi di contagio a Modena, ricoverati due famigliari del paziente carpigiano

  • Coronavirus, cresce il numero dei contagiati. Casi anche a Sassuolo e Maranello

  • Coronavirus, raggiunta quota 47 contagi in regione. A Modena sono 8 gli ammalati

Torna su
ModenaToday è in caricamento