Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Carpi

Picchia moglie incinta e suocero, poi torna in Tunisia in aereo. Denunciato

Un 31enne tunisino è stato rintracciato dalla Polizia di Carpi dopo il rientro in aereo dal suo paese di origine, dove si era rifugiato dopo un'escalation di violenza verso i famigliari

Lesioni gravi a danno dei familiari. E' questa l'accusa della quale è chiamato a rispondere un 31enne tunisino residente con la famiglia a Carpi. I fatti risalgono ad alcune settimane fa, quando gli agenti della Volante del Commissariato cittadino erano stati inviati presso l'abitazione della famiglia straniera, dove si era appena consumata una violenta lite.

Il giovane, rientrato a casa ubriaco, aveva picchiato la moglie 25enne in stato di gravidanza si era poi scagliato violentemente contro il padre di lei, causandogli lesioni giudicate guaribili con 40 giorni di prognosi (trauma cranico e frattura di un dito della mano). Tutto sotto gli occhi della figlia di appena 2 anni.

Lo straniero subito dopo i fatti si era allontanato dall’abitazione facendo perdere le proprie tracce e soltanto alcuni giorni dopo, il 7 marzo scorso, è stato rintracciato presso l'aeroporto di Malpensa di rientro da Tunisi.

Il 31enne, disoccupato, era per altro gravato da numerosi precedenti di Polizia. Inoltre, nel mese di gennaio era stato indagato sempre dal Commissariato di Polizia di Carpi per detenzione illegale di un fucile, rinvenuto occultato sotto il proprio letto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia moglie incinta e suocero, poi torna in Tunisia in aereo. Denunciato

ModenaToday è in caricamento