rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca Vignola

Dramma a Vignola, 22enne abortisce dopo le botte del compagno

L'uomo, un 33enne tunisino, è stato tratto in arresto dai Carabinieri e si trova in carcere. In passato vessazioni di ogni genere

Una tragedia che si è consumata, come tante purtroppo, nel silenzio delle mura domestiche. La vicenda riguarda una coppia tunisina, 22 anni lei e 33 lui e nei giorni scorsi è arrivata ad un punto di svolta con l'arresto dell'uomo, accusato di maltrattamenti, lesioni e procurato aborto. Lo straniero è stato raggiunto dai Carabinieri della Tenenza di Vignola e portato in carcere, dove ieri è anche stato sentito dal giudice per l'udienza di convalida. Lo riporta l'edizione locale de Il Resto del Carlino. 

Secondo gli addebiti mossi dalla Procura, il 33enne sarebbe stato  protagonista di un passato di maltrattamenti e angherie ai danni della compagna. La 22enne sarebbe più volte finita in ospedale con i segni evidenti delle percosse subite: ad amplificare il dramma anche la fine della gravidanza, con al perdita del bambino proprio a seguito dei colpi ricevuti da parte del compagno.

La 22enen non aveva formalmente denunciato l'uomo, trovandosi in una situazione nella quale dipendeva esclusivamente dal suo compagno-aguzzino per il sostentamento. Dopo le visite in ospedale, tuttavia, la denuncia è scattata d'ufficio e i Carabinieri hanno approfondito il caso, documentando i preseunti maltrattamenti.

Al momento il tunisino si trova ristretto in carcere in attesa delle decisioni del giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dramma a Vignola, 22enne abortisce dopo le botte del compagno

ModenaToday è in caricamento