rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Maranello

Ferrari, Uil vince Rsu a Maranello. Eterno Scontro Fim-Fiom

Al voto poco più della metà dei lavoratori aventi diritto in due giornate non prive di tensioni fra le diverse sigle sindacali

Le elezioni delle rappresentanze interne in Ferrari Auto e Fca riaccendeno lo scontro tra i sindacati. Oltre 1.440 dipendenti della Ferrari (2.630 gli aventi diritto) hanno partecipato ieri e oggi alle elezioni per il rinnovo delle Rsu nel modenese. La Uilm ha vinto a Maranello, ottenendo 582 voti e conquistato 12 dei 27 seggi disponibili. In tutti e quattro i siti produttivi del gruppo Fca e Cnh Industrial della provincia, dopo la consultazione di oggi, la Uilm elegge complessivamente 29 delegati sindacali sui 54 disponibili, ovvero il 53,70% degli eletti. 

E la categoria della Uil vince al Cavallino "dopo i primati in Cnh Industrial e Maserati a Modena", ricorda il segretario generale Rocco Palombella. Seguono la Fim-Cisl, con 396 preferenze e nove delegati eletti, e la Fismic, con 287 consensi e sei seggi. Tuttavia, non solo la Uil dice di aver ottenuto un buon risultato. 

Ad esempio, nelle Rsu Ferrari la Fim passa da otto a nove delegati: "Grande partecipazione al voto, nonostante l'ostracismo della Fiom", rivendica il segretario provinciale della categoria Cisl, Claudio Mattiello. Ma anche la Fiom assicura di registrare "un alto consenso fra i lavoratori", diventando nei due stabilimenti Cnh il sindacato con maggiori preferenze e in Maserati il secondo piu' votato. Le elezioni delle Rsa, ricordano le tute blu della Cgil, si sono svolte "purtroppo" in due momenti distinti: le sigle firmatarie del contratto aziendale hanno svolto da sole le elezioni, con la Fiom che ha dovuto far votare separatamente i propri candidati come da statuto dei lavoratori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferrari, Uil vince Rsu a Maranello. Eterno Scontro Fim-Fiom

ModenaToday è in caricamento