rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Cronaca Navicello / Strada Munarola

Ancora un colpo al caseificio Albalat, rubate forme per 30mila euro

Una banda di professionisti ha messo a segno un furto in piena notte, trafugando dall'azienda di Albareto una settantina di forme di Parmigiano Reggiano. Indagano i Carabinieri

Il caseificio Albalat di Albareto torna suo malgrado al centro della cronaca nera modenese, come già capitato in troppe occasioni negli ultimi anni. Durante la scorsa notte, infatti, una banda di ladri è riuscita a mettere a segno un furto all'interno dell'azienda di via Munarola. Secondo una prima ricostruzione, i banditi si sono introdotti nella struttura intorno alle ore 3.30 utilizzando le finestre, per poi razziare in maniera chirurgica diverse forme di Parmigiano-Reggiano, per un totale di una settantina.

L'intrusione ha fatto scattare l'allarme dell'edificio, richiamando di conseguenza la vigilanza privata e i Carabinieri. Ma i ladri hanno fatto in tempo a fuggire senza essere intercettati dalle forze dell'ordine. Come spesso accade in furti di questo tipo, i malviventi coinvolti sono decisamente competenti nella loro materia e sanno muoversi con i modi e i tempi giusti.

In questo caso, infatti, il furgone utilizzato per caricare la refurtiva – certo non un veicolo di piccole dimensioni – si è dileguato nella notte senza alcun problema. Ora starà agli investigatori dell'Arma trovare tracce del mezzo, scandagliando i filmati delle telecamere per risalire ai movimenti della banda. Da una prima stima il bottino ammonterebbe a circa 30mila euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora un colpo al caseificio Albalat, rubate forme per 30mila euro

ModenaToday è in caricamento