menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grande dispiegamento di forze dei Vigili del Fuoco al Park. Con l'aiuto della tecnologia

Sette presidi in tutta la città e 60 uomini nell'area del concerto, che hanno effettuato piccoli interventi e guidato i soccorritori tra la folla. Un software ha vigilato sul comportamento delle masse

In occasione del Concerto record di Vasco Rossi terminato questa notte i Vigili del Fuoco hanno dispiegato un dispositivo di soccorso in grado di garantire un’efficace e tempestivo intervento in caso di emergenza sia nell’area dell’evento che sul territorio cittadino pacificamente invaso dai fan del cantante.

60 Vigili del Fuoco con due autopompe e 3 fuoristrada sono stati posti a presidio dell’area del parco Ferrari coordinati da un carro comando “UCL” ad alta tecnologia in grado di garantire il contatto radio con tutto il personale e geolocalizzarlo (riportare su una mappa la posizione esatta dell’operatore dotato di radio)  all’interno dell’area. Un altro carro comando è stato posto a servizio delle strutture di coordinamento presenti all’interno del campo sportivo “Fratellanza” a garantire la comunicazione tra i vari dispositivi Vigili del Fuoco e gli altri Enti.

Sulla città il sistema di soccorso ordinario, coordinato dalla Sala Operativa del 115, è stato più che raddoppiato e distribuito sul territorio. Oltre alla abituale sede di via Formigina, squadre di Vigili del Fuoco di pronto intervento erano presenti in ulteriori 7 presidi: località Cittanova (MO), Stazione Ferroviaria Centrale, località Torrazzi, zona Morane, località Saliceta S. Giuliano, Centro Storico. Sono inoltre tutte operative le sedi distaccate in provincia con i distaccamenti Volontari che garantiscono il servizio di pronta disponibilità in sede anziché di reperibilità.

Dalle 8 della mattina di ieri i Vigili del Fuoco hanno effettuato una quindicina di interventi di soccorso sulla provincia con  incrementi modesti rispetto alla media abituale. Uniche richiesta pervenute inerenti la manifestazione sono state il guasto a un motogeneratore di un ambulante sulla via Emilia Est che ha emesso un po’ di fumo e un principio d’incendio di una siepe tra viale Italia e la Via Emilia.

Nella area concerto i Vigili del Fuoco, che hanno  effettuato un attento presidio di tutte le zone, centinaia sono state le persone che si sono rivolte ai Vigili del Fuoco per le necessità più disparate, dalla persona agitata dopo tante ore nella calca che cercava conforto nelle postazioni VVF, a chi segnalava la presenza di  nidi di calabroni. Venti poi gli interventi effettivamente effettuati tra cui otto per riportare a terra persone salite sugli alberi e un’altra decina per interventi di assistenza diversa al pubblico. Inoltre il personale VVF ha collaborato con i sanitari del 118 nella fase più acuta dell’assistenza a persone colte da malore o sofferenti per il caldo intenso della giornata.

Nel corso della manifestazione i Vigili del Fuoco hanno collaudato un sistema di monitoraggio delle folle attraverso videocamere. Il sistema, oltre a fornire la normale visione in diretta dell’assembramento di persone, fornisce dati a un programma di simulazione virtuale, allo studio da un gruppo di tecnici dei Vigili del Fuoco con le Università de La Sapienza e di Cambridge, che permette di prevedere al computer il comportamento e il movimento di una massa di persone di fronte a vari stimoli (incidente, arrivo del vip, azioni anomale di una o più persone, termine dell’evento ecc.).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vignola. Sospesa dalla Municipale l'attività alla GimFive

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento