rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Viale Ciro Menotti

Viale Ciro Menotti: incendiato il container Fiom davanti la Maserati

Dopo le croci celtiche apposte nei giorni scorsi, il container delle tute blu Cgil è stato dato alle fiamme da ignoti. Condanna unanime dal mondo politico e istituzionale modenese

Dopo le croci celtiche, l'incendio. Questo il destino toccato stanotte al container della Fiom Cgil posto all'esterno dello stabilimento Maserati di viale Ciro Menotti. Stanotte, infatti, ignoti hanno cosparso di benzina il prefabbricato per poi appiccare il fuoco. Il gesto segue un altro sfregio apposto nei giorni scorsi: con dello spray nero, sono state disegnate delle croci celtiche a coprire i manifesti delle tute blu Cgil. I container sono stati installati come presidio dalla Fiom all'esterno delle fabbriche targate Fiat come presidio per la lotta sindacale nonostante l'esclusione voluta dal Lingotto nelle trattative sindacali. Sull'episodio indagano Digos e Procura della Repubblica. Da Comune, Provincia e partiti (Pd, Sel, Prc), la condanna è unanime: "Un atto gravissimo di violenza squadristica di stampo fascista". Preoccupazione dal segretario provinciale Fiom Cesare Pizzolla: "È un atto gravissimo che tocca una sede di democrazia conquistata negli anni anche con la lotta. Preoccupa l'escalation: dalle croci celtiche all'imbrattamento, su cui si devono interrogare gli enti locali". Il sindacato non aveva ricevuto minacce, ma Pizzolla dice di avere una sua idea: "Da un lato ci si deve interrogare su questo rigurgito di tendenze neofasciste, cui le croci celtiche si rifanno. Dall'altro, ci sono preoccupazioni per il pericolo delle infiltrazioni della criminalità organizzata nella ricostruzione post terremoto, contro cui il nostro sindacato è in prima linea".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Ciro Menotti: incendiato il container Fiom davanti la Maserati

ModenaToday è in caricamento