Cronaca Viale Italia

Via Emilia Ovest, rintracciato il pirata della strada che ha investito un ciclista

Rintracciata dalla Polizia municipale la vettura coinvolta. Il conducente dovrà rispondere di omissione di soccorso

(foto di repertorio)

Sarà denunciato dalla Polizia municipale di Modena per omissione di soccorso, in base all’articolo 189 del Codice della Strada, il conducente dell’automobile che all’alba di sabato 29 settembre si è allontanata dopo aver investito un ragazzo in bicicletta.

L’incidente è accaduto in via Emilia all’altezza con viale Italia. Il ciclista, un 21enne, si stava recando al lavoro quando, poco prima delle 6, dirigendosi verso il centro città, in prossimità dell’attraversamento pedonale su viale Italia è stato urtato da un’automobile che, provenendo su via Emilia ovest dalla periferia svoltava a destra su viale Italia. Il ragazzo ha raccontato di essere stato colpito alla gamba e di essere finito sul cofano del veicolo, una Kia, sbattendo anche un gomito e per fortuna riportando solo lievi ferite. Dopo l’urto, il conducente e il passeggero della vettura sarebbero scesi dall’auto, avrebbero spostato la bicicletta, ma - sempre secondo la versione che ha fornito il ciclista alla Municipale - non avrebbero chiamato il 118  come da lui richiesto e si sarebbero allontanati.

Il giovane, originario di Palermo e residente in zona come il conducente del veicolo che lo ha urtato, annotata la targa dell’auto, avrebbe quindi chiamato da solo i soccorsi che lo hanno portato al Pronto soccorso dove gli operatori della Polizia municipale lo hanno trovato e ascoltato. Dopo non molto, attraverso il numero di targa, gli agenti sono quindi risaliti al veicolo coinvolto, che presentava tracce e danni compatibili con il racconto del giovane, e alla persona che si è dichiarata alla guida al momento dell’investimento, un 79enne originario della provincia ma residente a Modena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Emilia Ovest, rintracciato il pirata della strada che ha investito un ciclista

ModenaToday è in caricamento