Lite in strada fra due pregiudicati, quattro poliziotti feriti per fermarli

Ieri sera momenti di aperta violenza in via Emilia Est. Gli agenti hanno dovuto fare ricorso allo spray per fermare un 25enne furioso che era evaso dai domiciliari

Sono circa le ore 22 quando i residenti di via San Giovanni Bosco vengono disturbati dalle urla che provengono dalla strada, nei pressi dell'incrocio con via Emilia Est. Due persone stanno litigando in modo molto animato e perciò viene richiesto l'intervento delle forze dell'ordine, con la Centrale Operativa della Questura che invia subito sul posto la Volante più vicina.

Quando gli agenti raggiungono il luogo indicato le acque si sono già calmate e fra i due le cose sembrano essersi risolte. Tuttavia, come da parassi, i poliziotti si adoperano per ricostruire quanto accaduto e soprattutto per identificare i due contendenti, entrambi italiani. Il primo, un 40enne con precedenti, fornisce i documento, mentre il secondo fa "melina". Prova a minimizzare e ad allontanarsi, finge di telefonare, con il chiaro intento di non essere riconosciuto.

Di fronte all'insitenza degli agenti, il giovane reagisce in maniera improvvisa e sferra una testa al poliziotto che gli chiedeva i documenti. Nasce così una colluttazione che non si risolve in breve tempo: anche il 40enne interviene e si getta nella mischia, cui dopo qualche istante si aggiungono anche i due poliziotti della Volante arrivata per fornire supporto ai colleghi. Dopo una serie di colpi gli agenti si vedono costretti ad usare lo spray urticante per bloccare il giovane violento, che si è rivelato una furia.

Riportata la calma il bilancio è di quattro poliziotti feriti: uno con 10 giorni di prognosi per la testata al volto, gli altri con 7 giorni ciascuno per i colpi ricevuti. Lo stesso 25enne riporta una lieve ferita per tre giorni di prognosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Perchè tanta violenza? La risposta viene scoperta dai poliziotti una volta che il giovane viene finalmente identificato: oltre ai numerosi precedenti era stato recentemente condannato agli arresti domiciliari e in quel momento non poteva trovarsi in strada. Entrambi i contendenti sono stati quindi arrestati per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Resta sconosciuto il motivo della lite iniziale fra i due.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparsa dopo la scuola, ritrovata a Pavia la 16enne di Sassuolo

  • L'auto si schianta contro una casa, 20enne muore sul colpo

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Contagio, 12 casi nel modenese. Nessun rientro dall'estero

  • Investe un ciclista e fugge, caccia ad un'auto-pirata a Vignola

  • Piano antismog, dal gennaio 2021 blocco per diesel Euro 4 (ed Euro 5)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento