rotate-mobile
Venerdì, 19 Agosto 2022
Cronaca

Preso latitante in Spagna: aveva compiuto rapine nel modenese

Maurizio Ragno era evaso dagli arresti domiciliari a Bologna e si era ricostruito una vita nella città di Almeria: la cattura è stata resa possibile da un'operazione congiunta dei Carabinieri del Ros e la polizia spagnola

Un professionista della rapina che aveva inserito Modena nel suo itinerario fatto di colpi in banca: era questo Maurizio Ragno, 56enne di Trani, latitante da un paio d'anni in terra iberica arrestato ieri grazie ad un'operazione congiunta dei Carabinieri del Ros e della polizia spagnola nella città di Almeria, dove si era rifatto una vita e una famiglia. Gli investigatori lo hanno individuato nell'ambito dell'indagine del Pm Enrico Cieri, della Dda bolognese, che ha portato alla cattura del boss della 'ndrangheta Nicola Acri, bloccato nel novembre 2010 nel capoluogo emiliano, anch'egli dopo una lunga latitanza.

EVASIONE - Ragno non è indagato per reati di criminalità organizzata, ma gli inquirenti non escludono che fosse nella "rete" di contatti su cui Acri poteva contare in Italia e all'estero. Il pugliese era evaso dagli arresti domiciliari, che stava scontando nella sua abitazione in via De Nicola, a Bologna, nel luglio 2009. Ma a suo carico, oltre all'accusa di evasione, c'é una condanna a nove anni e mezzo di carcere, cumulo di una pena residua di quella che in origine era una condanna a ben 35 anni (successivamente ridotta per benefici di legge), per concorso in rapina, detenzione illegale di armi e munizioni, traffico di stupefacenti, falsità materiale commessa da privato.

RAPINE - Nel 2006 era stato arrestato con l'accusa di avere commesso, con alcuni complici, ben 19 rapine in banca fra il bolognese, il modenese e la Romagna, per un bottino di circa 150mila euro. L'uomo era finito nei guai anche in Spagna, prima e durante la latitanza: già nel 1989 era stato arrestato, sempre ad Almeria, poi nel luglio 2010 per possesso di documenti falsi, e denunciato per maltrattamenti alla compagna. Nel corso delle indagini seguite alla cattura di Acri, a maggio di quest'anno la Procura di Bologna ha emesso un mandato di arresto europeo per Ragno, ipotizzando che avesse lasciato l'Italia, e a giugno i militari del Ros lo hanno localizzato ad Almeria. La notizia dell'arresto, risalente al 18 luglio scorso, operato dal "Grupo de localizazion de fugitivos" della polizia spagnola, è stata diffusa solamente ieri per ragioni investigative. L'uomo, che pare conducesse una vita piuttosto agiata con la compagna e i figli, era senza documenti e sarebbe rimasto molto sorpreso dell'arresto. Ora è rinchiuso in carcere a Madrid, in attesa dell'estradizione in Italia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preso latitante in Spagna: aveva compiuto rapine nel modenese

ModenaToday è in caricamento