Deceduto l'Arcivescovo Lanfranchi. Giovedì le esequie in Duomo

A 68 anni si è spento in casa mons. Antonio Lanfranchi, affetto da un male ematologico. La Chiesa modenese piange il proprio pastore, giunto nel 2010 alla guida dell'Arcidiocesi. Giovedì alle 15 i funerali in Duomo

L'estenuante malattia ematologica che lo aveva più volte costretto al ricovero e a cure intensive, alla fine ha avuto la meglio.​ Oggi 17 febbraio, alle ore 13.30, si è spento mons. Antonio Lanfranchi, Arcivescovo di Modena e Nonantola. Lanfranchi è deceduto nella propria abitazione modenese, circondato dai parenti, dai collaboratori e dai medici che in questi mesi lo hanno assistito con le cure ospedaliere prima e domiciliari poi.

Mons. Lanfranchi aveva 69 anni. Originario della provincia di Piacenza, era stato nominato presbitero nel 1971 e sviluppato una grande attività nella catechesi, prima nel piacentino, poi a Roma. L'ordinazione episcopale era arrivata solo nel 2003, da Papa Giovanni Paolo II, che gli aveva affidato la diocesi di Cesena. Sette anni più tardi, Benedetto XVI affidò a Lanfranchi l'Arcidiocesi di Modena e Nonantola, dove si insediò con la cerimonia in Duomo il 14 marzo 2010.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'ultimo anno della vita di mons. Lanfranchi era stato caratterizzato dall'aggravarsi della malattia, che lo aveva costretto a una lunga degenza presso il reparto di Ematologia del Policlinico. Ritornato in attività in occasione delle ultime festività natalizie, era poi stato costretto ad un nuovo ricovero a gennaio e proprio negli ultimi giorni era stato trasferito a casa per ricevere cure domiciliari. La chiesa modenese si stringe nel ricordo e consegna queste parole ad una breve nota: "Affidiamo al Signore misericordioso il nostro caro  e amato Vescovo Antonio. Chiediamo alla comunità diocesana di accompagnare con la preghiera il suo incontro con il Padre di ogni misericordia". Le esequie si svolgeranno giovedì 19 febbraio, alle ore 15 nella Cattedrale, presiedute dal cardinale Carlo Caffarra, Arcivescovo Metropolita di Bologna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piatto dell'anno 2021, Massimo Bottura sperimenta e vince ancora

  • Castelvetro, motociclista si scontra con un trattore e perde la vita

  • Rapina nella villa di Luca Toni, famiglia legata e minacciata con la pistola

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Nuovo Dpcm a breve: stop anticipato a ristoranti-bar, no al divieto di circolazione

  • Coronavirus, 1.413 contagi in regione. A Modena i numeri raddoppiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento