Rapina in gioielleria, i Carabinieri sventano il colpo di due giovani a Sassuolo

Ieri intorno alle 12 due malviventi sono entrati nella gioielleria Moscardini di via Rometta, dove hanno immobilizzato l'anziana madre del titolare e incominciato la razzia. Ma la segnalazione di un negoziante vicino ha permesso ai Carabinieri di bloccare i ladri, che si sono consegnati senza colpo ferire

E' durata solo pochi minuti la rapina che ieri mattina ha visto protagonista la gioielleria Moscardini di via Rometta a Sassuolo. Intorno alle ore 12 due giovani con cappellino, passamontagna sul volto e guanti sono entrati nel negozio, che in quel momento era custodito soltanto dall'anziana madre del titolare, una donna di 91 anni. Mentre uno dei due criminali ha immobilizzato l'anziana – fortunatamente senza usare violenza – l'altro ha incominciato a razziare indistintamente tutti gli oggetti che ha trovato a portata di mano. Gioielli, orologi, argenteria e denaro contante, per un valore ingente, sono finiti in una borsa dei due malviventi.

Ma, quando ancora la rapina non era del tutto compiuta, alla porta del negozio si sono presentati i Carabinieri della Compagnia di Sassuolo. I militari, infatti, erano stati avvertiti telefonicamente da un negoziante che ha la propria attività dirimpetto a quella della gioielleria, cui non era sfuggito il movimento di due persone sospette.

IL VIDEO

Nel momento di maggior tensione, quando cioè rapinatori e Carabinieri si sono trovati di fronte all'ingresso del negozio, tutto è filato liscio. I due criminali si sono resi conto di non avere scampo e hanno scelto la via della resa, consegnando alla pattuglia dell'Arma la refurtiva e due coltelli (fortunatamente non utilizzati) e finendo per essere accompagnati nella cella della caserma in stato di arresto.

Si tratta di un italiano, Raffaele Ferrante di 28 anni, e di un rumeno, Ciprian Stephen di 25 anni, entrambi residenti nel comprensorio ceramico. Lo straniero, per altro, non è nuovo a crimini di questo tipo: era infatti stato arrestato lo scorso 5 gennaio per un tentato furto al supermercato Famila di Fiorano. Allora era stato l'allarme a far fallire il colpo, ma il 25enne era tornato imemdiatamente in libertà, pronto a riprovarci. Anche questa volta è andata male.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid. Studenti positivi in quattro scuole di Modena e in una di Carpi

  • Focolaio in un bar di Carpi, l'Ausl invita gli avventori a fare il tampone

  • Altri quattro casi nelle scuole. Classi in isolamento a Modena, Carpi e Castelfranco

  • Covid. La Regione lancia il test gratuito in farmacia per i genitori degli studenti

  • Castelvetro, ciclista di 27 anni esce di strada e perde la vita in via Bionda

  • Schianto in moto sulla Pedemontana, muore un 74enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ModenaToday è in caricamento