rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Spilamberto

Rapina in abitazione, giallo sul colpo nel quale è rimasto ferito un bambino

Si indaga a Spilamberto per chiarire la dinamica del colpo che mercoledì sera ha causato lesioni ad un bimbo, da solo in casa al momento del furto. Si teme un filo rosso con la rapina al Lucky Bar. Il sindaco: “Tolleranza zero”

Sono ore di forte preoccupazione tra i residenti di Spilamberto e di lavoro intenso per i Carabinieri. Dopo la rapina violenta alla sala slot adiacente al Lucky Bar di via Vignolese, un altro furto ha avuto strascichi di violenza. Alle ore 20 di mercoledì scorso, infatti, i ladri hanno fatto visita all'abitazione di una famiglia di nazionalità cinese residente in paese, sorprendendo e ferendo un bambino che si trovava da solo nell'abitazione. Un caso avvolto dal mistero, di fronte al quale l'Arma dei Carabinieri non ha voluto divulgare alcun dettaglio, trincerandosi dietro necessità investigative.

Quel che è certo è che il ragazzino sia stato soccorso al Pronto Soccorso del Policlinico di Modena, dove i sanitari hanno medicato diverse contusioni riportate dalla giovane vittima. Il resto lo potremo apprendere soltanto nei prossimi giorni, se lo indagini lo consentiranno.

Il fatto che i rapinatori abbiano preso di mira una famiglia cinese fa temere che esista una connessione con il colpo di due giorni prima alla sala giochi, dove cinese era sia il gestore che la banda di rapinatori, poi arrestata nelle ore successive. I più pessimisti temono di trovarsi di fronte ad un'organizzazione criminale di cittadini orientali, che agisce seguendo i canali che conosce, ovvero quello dei propri connazionali residenti sul territorio.

Di fronte a questa escalation criminale, anche il Sindaco di Spilamberto Umberto Costantini è intervenuto pubblicamente: “Come Amministrazione siamo in costante contatto con Carabinieri e Prefetto, oggi incontrerò i capigruppo del consiglio comunale per aggiornarli in merito e per lunedì è già convocato un tavolo tecnico con le forze dell’Ordine in Prefettura – ha spiegato il primo cittadino - Carabinieri e inquirenti hanno tutto il nostro sostegno nello svolgere le indagini, confidiamo nella bontà del loro lavoro come dimostrato dal fatto che in meno di 24 ore hanno arrestato gli autori della rapina al Lucky bar”.

“Noi istituzioni, ciascuno secondo il proprio ruolo, faremo la nostra parte – ha promesso Costantini - chiediamo anche la collaborazione dei cittadini nell’essere vigili e mettersi subito in contatto con il 112 in caso di azioni sospette. Esprimo solidarietà alle vittime. Sono sicuro che la certezza dell’arresto e della pena, sapere che c’è tolleranza zero per chi commette questi crimini siano i migliori deterrenti per questo tipo di azioni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapina in abitazione, giallo sul colpo nel quale è rimasto ferito un bambino

ModenaToday è in caricamento