Arresti e denunce al rave party, 600 giovani lungo la Fondovalle

Ennesimo appuntamento clandestino sulle sponde del Panaro, dove i Carabinieri di Pavullo hanno avuto il loro bel da fare per gestire una situazione complessa. Arresti per droga e resistenza a pubblico ufficiale

Anche questo primo fine settimana di agosto ha visto il raduno di centinaia di giovani - si stimano 600 presenze - lungo la Fondovalle del Panaro. Si tratta del rave party ormai "abituale" che si svolge nel terreno privato prossimo all'ex cava di ghiaia lungo il corso del fiume, diventato ormai meta consolidata per ragazze e ragazzi provenienti da tutto il nord Italia, che per un weekend o anche più si accampano e danno vita a concerti e feste. Un'organizzazione informale che si basa su canali di comunicazione spesso difficili da individuare, ma che ogni volta presenta criticità, in quanto avviene in barba ad ogni autorizzazione.

Anche ieri sera le auto hanno iniziato a risalire la provinciale e ad accedere all'area in questione, ma sono state intercettate dai Carabinieri, che hanno fatto il possibile per rendere regolare e non caotico l'afflusso. Come nelle altre circostanze l'Arma di Pavullo ha preferito non utilizzare la forza per vietare l'evento, ma lo ha monitorato attentamente, svolgendo soprattutto controlli stradali.

Non sono però mancati gli episodi di illegalità. Fino ad ora, infatti, due giovani sono stati arrestati: il primo per essere stato trovato in possesso di una cinquantina di partiglie di droga sintetica, il secondo per aver ignorato il posto di blocco mentre era al volante, tentando di allontanarsi e rischiando di travolgere un militare.

Ai due arresti si aggiungono sei denunce a piede libero per vari reati, seguite da 12 segnalazioni di altrettanti giovani alla Prefettura, in quanto trovati con addosso stupefacente per uso personale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non pagano il pranzo e al matrimonio arrivano i Carabinieri: "Le buste non bastano"

  • Podista investito e ucciso, tragedia alla periferia di Carpi

  • Finge di voler comprare un divano online e si fa accerditare 3.000 euro

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Arresto cardiaco, da Medolla una nuova tecnologia “salvavita”

  • Scontro sulla rotatoria di strada Gherbella, due feriti e traffico a rilento

Torna su
ModenaToday è in caricamento