Cronaca

Si aggrappa al parapetto e minaccia di gettarsi dal quinto piano, salvato

E' accaduto in piena notte a Carpi: provvidenziale l'intervento di Carabinieri e Polizia Locale. L'uomo non ha riportato conseguenze fisiche e si trova in ospedale

Stanotte, intorno a mezzanotte, i carabinieri della Compagnia di Carpi, assieme agli agenti della Polizia Municipale cittadina, sono intervenuti presso un’abitazione di Via Martiri di Belfiore. Un uomo, in preda ad una crisi depressiva, si era aggrappato alla parte esterna del parapetto del balcone del quinto piano, minacciando di gettarsi nel vuoto.

Dopo essere entrati nell’appartamento, militari e vigili sono riusciti ad entrare in sintonia con l’uomo, avviando una negoziazione durata mezz’ora. Alla fine l'uomo è stato ricondotto alla ragione e dopo essere stato calmato, è stato preso per mano e issato di nuovo sul balcone. 

Un grande sospiro di sollievo per tutti, compresi i condomini che nel frattempo, richiamati dalle urla del signore, si era affacciati per assistere alla scena. Ora l’uomo è ricoverato in una struttura ospedaliera, ma non ha riportato lesioni.

"Voglio esprimere il più vivo ringraziamento ai Carabinieri e agli agenti della Polizia Locale che la notte scorsa, in un delicato intervento, hanno salvato la vita di una persona - ha commentato il sindaco di Carpi Alberto Bellelli - Ancora una volta dobbiamo essere orgogliosi della professionalità e affidabilità degli operatori delle forze dell'ordine in servizio nella nostra città, e dello spirito di collaborazione fra diversi corpi, nell'interesse generale della nostra comunità".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si aggrappa al parapetto e minaccia di gettarsi dal quinto piano, salvato

ModenaToday è in caricamento