Tenta di scippare una donna incinta e la scaraventa a terra, arrestato un clandestino

E' accaduto ieri sera in viale Monte Kosica. Una pattuglia dell'Esercito ha soccorso la donna, per fortuna illesa, poi il fuggitivo è stato rintracciato in sinergia con i Carabinieri

Intorno alle ore 20 di ieri sera una trentenne carpigiana è stata vittima di un'aggressione da parte di uno scippatore. La donna, in visibile stato di gravidanza, stava camminando in viale Monte Kosica, quando è stata raggiunta di soppiatto da un giovane straniero, che ha afferrato la sua borsetta per strappargliela di dosso.

La vittima ha resistito, afferrando la borsa e venendo trascinata a terra. Il ladro a quel punto ha desistito e si è dato alla fuga a piedi lungo il viale, mentre la 32enne si è rialzata - apparentemente senza conseguenze fisiche sia per lei che per il bambino - e ha chiesto aiuto ad una pattuglia dell'Esercito che si trovava a poca distanza.

I militari di "Strade sicure" hanno contattato i Carabinieri e hanno iniziato le ricerche congiunte del fuggiasco. Non è passato molto tempo che la seconda pattuglia dell'Esercito in servizio in città ha individuato poco distante, nei pressi della stazione, un giovane che corrispondeva alla descrizione.

Il ragazzo è stato fermato ed identificato in un cittadino tunisino di 29 anni, clandestino e con precedenti di polizia. Riconosciuto come autore del crimine di poco prima, il giovane è stato tratto in arresto dai Carabinieri con l'accusa di tentata rapina aggravata. Questa mattina sarà processato per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Carpi, presentata istanza di fallimento per la Arbos

  • Bonaccini annuncia: "Torneremo zona gialla, ma fra una settimana"

  • Nuova ordinanza regionale, riaprono i negozi di piccole e medie dimensioni

  • Coronavirus, casi stabili in regione. A Modena un nuovo picco

Torna su
ModenaToday è in caricamento