Fiamme Gialle in un mercatone cinese, maxi sequestro di 22mila prodotti

Si trattava in larga parte di merce non etichettata o non tracciabile, per un valore di mercato di 50mila euro

foto di repertorio

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle modenesi hanno sottoposto a sequestro 21.501 articoli privi delle indicazioni previste dal Codice del Consumo, in quanto non in linea con gli standard di sicurezza e di tracciabilità previsti dalla specifica normativa nazionale ed europea. Tra i beni, anche costumi, maschere ed articoli vari per bambini.

Una pattuglia del Gruppo Modena ha accertato, presso uno store del capoluogo, che parte del materiale esposto per la vendita (oggetti ed accessori per la casa, complementi per ufficio, cancelleria varia, minuteria metallica, addobbi natalizi, bigiotteria, prodotti destinati tipicamente ai bambini, quali tatuaggi adesivi e capi di abbigliamento, lenzuola, tovaglie, biancheria intima, ecc.) era privo di qualsiasi indicazione inerente alla provenienza ed alla natura dei materiali utilizzati e, quindi, potenzialmente pericoloso per la salute dei consumatori.

Al termine delle operazioni, i Finanziari hanno proceduto al sequestro amministrativo della suddetta merce, del valore commerciale di circa 50.000 Euro, immediatamente rimossa dagli spazi destinati alla vendita. Il titolare dello store, un venditore di origini cinese, sarà segnalato alla Camera di Commercio di Modena per l’applicazione delle previste sanzioni pecuniarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra "ribelle" GimFIVE di Modena Est riapre oggi. Arriva la polizia

  • #IoApro, si allarga anche a Modena la protesta dei commercianti per riaprire tutto il 15 gennaio

  • Coronavirus, oggi dati in netto calo in Emilia-Romagna. A Modena 203 casi

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • Maxi sequestro a Modena Nord, fermato un Tir con 22 chili di cocaina

  • Bozza Dpcm 15 gennaio in arrivo le nuove restizioni. Emilia-Romagna a rischio rosso

Torna su
ModenaToday è in caricamento