Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca Strada Sant'Anna / Strada Sant'Anna

Tragedia al Sant'Anna, muore dopo aver inalato gas da una bombola

Il dramma nel pomeriggio di lunedì. Il 40enne, originario della provincia di Ferrara, era in attesa di un processo per atti persecutori. Indaga la Procura

Nel tardo pomeriggio di lunedì scorso un uomo di 40anni ha perso la vita dopo essere stato trovato ormai esanime nella cella del carcere di Modena nella quale era detenuto. L'uomo, originario del ferrarese, è stato notato dagli agenti della penitenziaria disteso a terra accanto ad un fornellino da campeggio (legittimamente detenuto in cella) dal quale proveniva un forte odore di gas.

Il 40enne ha ricevuto le prime cure presso l'ambulatorio della struttura, per poi essere raggiunto dal personale sanitario e dal medico del 118. Purtroppo a nulla è valso il trasporto in ospedale: il detenuto è purtroppo deceduto, ad una prima analisi a causa delle conseguenze dell'intossicazione.

Le circostanze dell'accaduto farebbero pensare ad un gesto suicida, ma la magistratura ha disposto l'autopsia per poter raccogliere ulteriori elementi. Saranno infatti necessari i doverosi accertamenti per ricostruire esattamente quanto avvenuto all'interno del penitenziario. L'uomo era in atteso di giudizio, sottoposto a misure cautelari a seguito di atti persecutori, compiuti nel suo luogo di origine.

Sul caso è intervenuta la Camera Penale di Modena 'Carl’Alberto Perroux': "Confidando nel solerte impegno della magistratura requirente nello svolgimento dei necessari approfondimenti investigativi volti all’accertamento delle cause e delle ragioni del decesso, suscita tuttavia particolare preoccupazione la circostanza che la tragedia, ancora una volta, abbia riguardato un soggetto in attesa di giudizio ed in stato di custodia cautelare. In attesa di certezze, vengono purtroppo alla mente gli 84 casi di suicidio che nell’anno 2022 hanno funestato le realtà carcerarie nazionali ed, ancora una volta, si pone in rilievo la preminente necessità di tutela dei diritti fondamentali della persona all’interno dei luoghi di reclusione comunque denominati, valorizzandone al contempo la missione rieducativa e risocializzante, costituzionalmente prevista".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia al Sant'Anna, muore dopo aver inalato gas da una bombola
ModenaToday è in caricamento