rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Svuota il conto di un'anziana costruendo un caso giudiziario fasullo, arrestata falsa legale

La donna avrebbe sottratto circa 120mila euro alla sua vittima, costruendo documentazione contraffatta per simulare sanzioni e spese legali

Ieri la Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Modena hanno proceduto all'arresto di una donna, indagata per il delitto di truffa aggravata e di falso in atto pubblico. E' stata così data esecuzione all'ordinanza cautelare e decreto di sequestro preventivo emessi dal Giudice per le indagini preliminari di Modena.

I provvedimenti cautelari sono stati disposti dopo un'articolata attività d'indagine condotta dalla Squadra Mobile della Questura di Modena e dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Modena a partire dal mese di ottobre 2023, a contrasto del fenomeno delle truffe ai danni di persone anziane e fragili.

Il Gip, accogliendo le richieste della Procura della Repubblica e ravvisando la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza e delle esigenze cautelari, ha applicato all’indagata la misura degli arresti domiciliari disponendo anche il sequestro preventivo del profitto del reato pari al danno arrecato ricostruito in poco più di 120mila euro. Nel corso delle perquisizioni eseguite contestualmente all’arresto sono stati recuperati e sequestrati preventivamente quasi 4.500 euro in contanti, nonché sequestrati documenti rilevanti ai fini della prova.

La truffa

In particolare l’indagine ha avuto origine dalla segnalazione fatta al 112 da parte del personale di un istituto di credito che aveva rilevato il rapido svuotamento del conto corrente di una anziana cliente. Le attività investigative, realizzate attraverso l'ascolto di numerose persone informate sui fatti e l’esame di documentazione bancaria, hanno consentito di ricostruire una presunta condotta fraudolenta finalizzata a circuire la vittima della truffa approfittando della sua vulnerabilità. 

L’indagata, infatti presentandosi come dottoressa plurilaureata, aveva prospettato falsamente alla vittima l’esistenza di controversie giudiziarie pendenti dinnanzi a diverse autorità giudiziarie. Aveva anche anche creato documentazione giudiziaria contraffatta, mostrandola all'anziana e facendole apparire come dovute spese legali e sanzioni pecuniarie in realtà inesistenti, ottenendo così la consegna di cospicue somme di denaro di cui si appropriava.

Non era la prima volta. La donna aveva già patteggiato la pena di anni 1, mesi 9 e 10 giorni di reclusione (pena condonata), per fatti accaduti nell’anno 2006, per il delitto di concussione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svuota il conto di un'anziana costruendo un caso giudiziario fasullo, arrestata falsa legale

ModenaToday è in caricamento