Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Sacca / Via Alessandro La Marmora

"Chiudete i Cie, ma trovate un'alternativa per la sicurezza dei cittadini"

Daniele Giovanardi, direttore del Cie di Modena, interviene dopo l'episodio del tunisino rimpatriato con lo scotch sulla bocca: "Notizie come questa danno conferma agli ospiti più pericolosi che l'autolesionismo paga"

"Chiudete pure i Cie (Centri di identificazione ed espulsione) ma trovate alternative per la sicurezza dei cittadini". Così Daniele Giovanardi, governatore della Confraternita di Misericordia di Modena (che ha in gestione i Cie di Modena e Bologna) in una lettera aperta "per esprimere da medico una mia opinione a difesa della dignità delle persone". Lo spunto di questa missiva viene "dall'ampio risalto dato e l'indignazione generale per lo scotch applicato a due magrebini rimpatriati in aeroplano (in aeroplano con un volo di linea, non in una inaccettabile promiscuità)". Giovanardi spiega che "molti clandestini per non essere rimpatriati commettono gesti di auto o di eterolesionismo, per esempio mordersi l'interno delle guance per poter sputare sangue (alcuni sono sieropositivi) o defecare sui seggiolini. Pensate alla difficoltà degli agenti di pubblica sicurezza che devono garantire l'espulsione! Le notizie poi di questo presunto abuso arrivano immediatamente attraverso giornali, televisioni e telefoni agli ospiti più riottosi e più legati alla criminalità che hanno così la conferma che l'autolesionismo paga e nessun componente delle forze dell'ordine muoverà più un dito rischiando lui l'incriminazione. Risultato: enorme dispendio di denaro pubblico e nessun risultato sul piano della sicurezza. Non sarebbe ora che al di là dell'indignazione che dura un attimo si cominciasse a ragionare seriamente sul problema?".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Chiudete i Cie, ma trovate un'alternativa per la sicurezza dei cittadini"

ModenaToday è in caricamento