Denuncia alla Municipale di essere stato picchiato e rapinato, ma è ubriaco e finisce nei guai

Disavventura per un modenese a Rimini. La sua storia non ha convinto i vigili, che gli hanno ritirato la patente e sequestrate l'auto

(foto RiminiToday)

Un modenese è stato protagonista di una notatta da dimenticare in quel di Rimini. Intorno alle 2 della notte fra sabato e domenica scorsi, l'uomo si è fermato di sua spontanea volonta presso un posto di controllo della Polizia Municipale e visibilmente fuori di sè ha iniziato a farneticare di una rapina e di un'aggressione. Gli agenti lo ha immediatamente sottoposto all'etilometro, che ha fatto segnare un tasso di 1,2 g/l. L'uomo ha iniziato a dare in escandescenza ribadendo di essere stato appena malmenato e derubato di tutti suoi averi. 

Ma la storia presentava molti punti oscuri. Secondo la sua versione, infatti, aveva conosciuto da alcune settimane un ragazzo di Imola su un social network e avevano deciso di trascorrere il week end assieme sulla Riviera. Peccato che, però, l'uomo non è stato in grado di fornire il nome dell'hotel dove i due alloggiavano sostenendo che la prenotazione era stata fatta dal nuovo amico e che dopo aver lasciato le valigie in stanza si erano subito diretti a cena. Anche in questo caso il modenese non ha saputo fornire il nome del ristorante sul mare dove avevano appena mangiato e che, terminato il pasto, l'imolese lo aveva aggredito picchiandolo e portandogli via tutti i soldi.

Un racconto che non ha convinto gli agenti i quali, dopo aver comunicato al guidatore che gli sarebbe stata ritirata la patente e sequestrata l'auto, hanno visto l'uomo andare letteralmente fuori di testa. Pianti e preghiere di lasciarlo andare, spiegando la sua situazione economica precaria, non hanno fatto abbassare il livello dell'alcol. Nel frattempo anche un altro automobilista ubriaco - fermato poco prima con 2,7 g/l - si è intromesso nella discussione, cercando prima di consolare il modenese, salvo poi cercare di aggredirlo fisicamente,

La professionalità degli agenti, però, ha scongiurato il peggio riportando tutti alla calma. La questione sembrava essersi risolta ma, improvvisamente, il modenese ha tentato la fuga a piedi subito rincorso dagli agenti della Municipale che sono riusciti ad acciuffarlo. La notte è così proseguita con l'emiliano che, al cellulare, cercava di ricontattare l'amico che lo avrebbe derubato e del quale conosceva solamente il nome sul profilo Facebook. La questione si è risolta solo verso l'alba quando, oramai stremato, il malcapitato ha deciso di andarsene a piedi cercando un modo per ritornare a casa.

(fonte RiminiToday.it)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Rallentano contagio e ricoveri in provincia di Modena. 11 decessi

  • Covid. Contagi stabili in regione, ma record di decessi. Modena scende

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento