Il Gruppo Rossi riparte a pieno regime tra sanificazione dei locali e distanza tra i lavoratori

Processi e tecnologie all'avanguardia per la produzione di motori elettrici: il Gruppo Rossi riparte a pieno regime e in sicurezza dopo il lockdown

Dopo il lockdown imposto dall’emergenza sanitaria, Rossi,  tra i maggiori gruppi industriali a livello europeo nella produzione e commercializzazione di riduttori, motoriduttori, motori elettrici normali,  riparte a pieno regime

Al momento della ripartenza, l’attenzione dell’azienda si è concentrata prima di tutto sulla salute di dipendenti e collaboratori, che potranno proseguire il proprio lavoro in condizioni di totale sicurezza grazie anche ai protocolli adottati, a cominciare dalla completa sanificazione degli stabilimenti produttivi e di tutti gli ambienti di lavoro, ed ai dispositivi sanitari distribuiti, unitamente al distanziamento sociale.

Nelle sedi Rossi di Ganaceto, Modena e Lecce sono stati sviluppati sistemi produttivi tecnologicamente avanzati, grazie al processo di rinnovamento delle facilities avvenuto sostituendo le linee di produzione e montaggio con installazioni automatizzate: una produzione industriale perfettamente in linea con i principi di Industry 4.0, automatizzata e totalmente interconnessa, che garantisce ancora maggiore sicurezza, qualità, flessibilità ed efficienza.

“Ritengo sia stato raggiunto un risultato molto importante – commenta Giovanni Volpi, Presidente di Rossi – perché poter contare su una fabbrica Industry 4.0 garantisce non solo la massima automazione ed efficienza dei processi, ma anche la massima Sicurezza per i nostri operatori”.

In un’azienda che va verso i 70 anni di attività, la sostituzione delle macchine di produzione rientra in quella evoluzione tecnologica e di conoscenze che porta verso un utilizzo di macchine sempre più complesse. Ogni reparto oggi ha personale dedicato con competenze tecnologiche specifiche che programma e sviluppa software per le varie macchine, con sistemi sempre più evoluti. In Rossi è alta l’attenzione al Talent Management 4.0, cioè alla gestione del talento digitale e dell’abilità dei lavoratori. Per garantire il successo del business, infatti, oggi più che mai sono le competenze digitali delle risorse umane a rivestire un ruolo cruciale nel livello di competitività di ogni impresa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emilia-Romagna verso il ritorno in zona gialla, "Ma evitiamo terza ondata"

  • Coronavirus, 2.533 nuovi positivi in regione. A Modena un nuovo picco

  • Addio a Benny, l'imprenditore dei bar modenesi

  • Coronavirus, si conferma il calo in regione. Ma anche oggi 50 decessi

  • Coronavirus, curva in flessione per la prima volta. Modena ancora al vertice

  • Contagio a Modena, 573 nuovi casi e 7 decessi. Ricoveri stabili

Torna su
ModenaToday è in caricamento