rotate-mobile
Politica Caduti in Guerra / Viale Martiri della Libertà

Consiglio provinciale, bilancio 2012: meno sedute per ridurre i costi

Si chiude un anno impegnativo per l'assemblea di viale Martiri: 12 sedute in meno rispetto al 2011, l'emergenza del terremoto, la crisi e l'incertezza sul futuro dell'istituzione provinciale i principali argomenti all'ordine del giorno

Sono state 21 le sedute nel 2012 del Consiglio provinciale di Modena, 12 in meno rispetto allo scorso anno, una riduzione voluta dallo stesso Consiglio, e sancita da un ordine del giorno approvato all’unanimità, per "contribuire in modo concreto e visibile – spiega il presidente Demos Malavasi – alla diminuzione dei costi della politica".

RESOCONTO - Il riepilogo delle attività consiliari dell’anno appena concluso vede 45 delibere e 39 ordini del giorno (sui 45 presentati) approvati, 106 interpellanze e 7 interrogazioni discusse e 44 comunicazioni. Alta la partecipazione dei consiglieri alle sedute: secondo i dati forniti dalla Presidenza del Consiglio, infatti, su un totale di 30 consiglieri, dieci hanno partecipato a tutte le 21 sedute e complessivamente in 26 hanno superato l’80 per cento delle presenze.

EMERGENZE - "Il 2012 è stato un anno di lavoro importante e complesso – commenta Malavasi – caratterizzato dalle emergenze, prima delle quali è stata naturalmente il terremoto. Al centro della nostra attività ci sono stati quindi i temi delle emergenze create dal sisma e della ricostruzione sui quali molto è stato fatto, grazie all’impegno di tutte le istituzioni, delle associazioni e del volontariato, ma molto ancora resta da fare. L’anno trascorso – prosegue il presidente – è stato inoltre segnato dalla situazione di incertezza creata da un processo di riforma istituzionale delle Province necessario ma mai definito e ora congelato e che ci vedrà impegnati anche nel futuro".Tra gli ambiti principali del lavoro del Consiglio nel 2012 non sono mancati la crisi economica e la perdita dei posti di lavoro.

TEMI - Diversi sono stati i consigli monotematici dedicati al sisma e alle sue conseguenze nei diversi settori: lavoro, economia, scuola, sanità. Consigli speciali sono stati dedicati anche al giornalista Giovanni Tizian, sotto protezione per i suoi articoli sulla mafia, e alla violenza sulle donne. Sono stati una sessantina inoltre gli incontri dei vari organismi nei quali si articola il funzionamento del Consiglio provinciale: le quattro commissioni consiliari che svolgono il lavoro istruttorio (38 riunioni), la conferenza dei capigruppo (24), la commissione Controllo e garanzia.

Qui sotto la tabella riepilogativa delle presenze di tutti i consiglieri

consigliere

gruppo

presenze

%

Baracchi Grazia

Pd

21

100%

Baruffi Davide

Pd

17

81%

Bergamini Serena

Pd

20

95%

Bertolini Giovanna

Pdl

20

95%

Biagi Lorenzo

Lega nord

21

100%

Brunetti Monica

Pd

17

81%

Cigni Fausto

Pd

19

90%

Corti Stefano

Lega nord

16

76%

Cottafavi Ennio

Pd

21

100%

Cuzzani Patrizia

Gruppo Misto

21

100%

Degliesposti Livio

Lega nord

21

100%

Gazzotti Elena

Pd

20

95%

Ghelfi Luca

Pdl

17

81%

Gozzoli Luca

Pd

21

100%

Kyenge Kashetu

Pd

18

86%

Malaguti Matteo

Pdl

14

67%

Malavasi Demos

Pd

21

100%

Mantovani Ivano

Pd

18

86%

Mazzi Dante

Pdl

21

100%

Pederzini Sergio

Idv

16

76%

Rinaldi Bruno

Pdl

21

100%

Sabattini Emilio

Pd

19

90%

Santi Marc'Aurelio

Pd

13

62%

Severi Claudia

Pdl

15

71%

Siena Giorgio

Pd

20

95%

Sighinolfi Mauro

Pdl

21

100%

Tartaglione Pier Nicola

Pd

18

86%

Vaccari Roberto

Pd

20

95%

Vicenzi Fabio

Udc

19

90%

Vignola Marina

Pd

19

90%

Zavatti Denis

Lega nord

20

95%

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio provinciale, bilancio 2012: meno sedute per ridurre i costi

ModenaToday è in caricamento