menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Riapertura dei Punti Nascita in montagna, emendamento unitario di Pd e Lega

Nel bilancio della Regione una proposta congiunta. Ma la Lega attacca ugualmente: "La 'filiera' PD sta ancora una volta dimostrando l'assoluta incuranza verso i cittadini"

Dopo le polemiche dei giorni scorsi oggi è stato presentato in modo unitario da Partito Democratico e Lega un emendamento al Documento di economia e finanza regionale, poi approvato all’unanimità, per la riapertura dei punti nascita in montagna, nel più breve tempo possibile, successivamente alla fine dell‘emergenza sanitaria.

I consiglieri regionali dem Palma Costi, Maletti Francesca e Luca Sabattini, rappresentanti modenesi, commentano: "Lo avevamo ribadito nei giorni scorsi. In questa fase di emergenza è velleitario pensare che si possa riaprire con tutto il personale e la dirigenza sanitaria impegnata a più non posso alla fase di emergenza causata dal Covid. Nello stesso tempo è un impegno prioritario del programma di mandato della Giunta, approvato in Assemblea e faremo il possibile perché questo avvenga il primo possibile e in sicurezza, come già più volte anticipato dall’Assessore Donini".

La Lega modenese però non asseconda la "tregua" ed il responsabile provinciale Davide Romani attacca: "Il tergiversare di Regione, Comuni e Unione ci ha portati fino a questo punto: affrontare una maternità in queste zone è diventata una sorta di missione impossibile. Il Punto nascita a Pavullo deve riaprire. Senza se senza ma. Soprattutto, senza altri ritardi. La 'filiera' PD sta ancora una volta dimostrando l'assoluta incuranza verso i cittadini e le loro reali esigenze, sempre più distante e sconnessa dalla realtà. La Regione non ha mosso un passo dagli annunci della campagna elettorale e ancora temporeggia adducendo un prossimo fantomatico protocollo con il ministero. Sulla stessa scia gli enti locali, completamente incapaci di incidere sulla situazione di rischio e disagio a cui è sottoposta la comunità.  Il tempo stringe. Noi siamo pronti e garantiamo che una prossima amministrazione a guida Lega avrà come primo punto di mandato la riapertura del Punto nascita. Non ci interessano promesse e formalità di sorta. Siamo pronti alle barricate".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Contagio, oggi 379 casi e 7 decessi in provincia di Modena

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ModenaToday è in caricamento