Politica

Forza Italia scarica Giovanardi: “Autocandidatura non concordata”

Il coordinatore azzurro Flavio Morani esprime a chiare lettere l'impossibilità di sostenere il senatore come candidato unico del centrodestra. "Berlusconi non ne sa nulla", commenta Morani, che richiama poi al ruolo di "stampella del Pd" assunto dal Ncd

Carlo Giovanardi alla presentazione della propria candidatura

"Quella di Giovanardi è un'autocandidatura non è stata concordata nemmeno a livello nazionale", e "anche Berlusconi non ne sa nulla", nonostante quello che l'ex senatore sostiene. A rimarcare la linea dura di Forza Italia di Modena, intenzionata a non appoggiare Carlo Giovanardi (Ncd) nella sua corsa alla carica di primo cittadino è Flavio Morani, coordinatore provinciale di Fi, insieme al consigliere regionale Enrico Aimi e a Giampaolo Lenzini. Per Morani non solo la decisione di Giovanardi di scendere nell'agone elettorale non era stata concordata con i vertici provinciali e regionali ma "non ne sanno nulla nemmeno Verdini e Matteoli", che "abbiamo interpellato in questi giorni".

A confermare la solitudine dell'ex senatore, secondo Morani ci sarebbe anche "la telefonata di Berlusconi a Luca Caselli", sindaco di Sassuolo, che ieri ha ricevuto durante l'evento di presentazione della sua nuova candidatura l'endorsement via telefono dal Cavaliere. "Berlusconi - continua Morani - si è lamentato apertamente del comportamento del Nuovo centrodestra", un comportamento "che è veramente raccapricciante in tutto il territorio", tanto da "far pensare ad una strategia dell'Ncd per essere stampella del Pd in tutta la provincia di Modena".

Berlusconi, insomma secondo Morani "non ne sa niente, checchè ne dica Giovanardi che vanta il suo appoggio", continua il coordinatore Fi "certamente l'amicizia tra Giovanardi e Berlusconi è vera ma lui non è sicuramente coinvolto in questa decisione", e non spetta nemmeno a lui decidere se andare con Giovanardi". Secondo Morani anche a Roma per Giovanardi "non esiste credibilità", mentre tutti si ricordano che "Giovanardi è stato con Formigoni nel momento della scissione, quando Berlusconi aveva bisogno".

Ora Fi di Modena punta "su Udc, Fratelli d'Italia, La Destra e il Movimento per cambiare di Celloni", continua Morani, perchè certo "trovare un'alleanza sarebbe importante", e "abbiamo sempre detto che se ci fosse stato un alleato capace di unire l'avremmo fatta", ma Giovanardi non è un candidato che unisce", conclude e "Giovanardi sindaco non lo vogliamo". (DIRE)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forza Italia scarica Giovanardi: “Autocandidatura non concordata”

ModenaToday è in caricamento