rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica

Gioco d'azzardo, classifica per comuni. Ogni modenese spende 1.381 euro all'anno in slot

In quasi tutti i comuni del modenese aumentano ogni anno i soldi spesi pro-capite in gioco d'azzardo. In Giunta si pensa a ridurre il fenomeno, ma la CGIL attacca sui posti di lavoro che si perderebbero. La classifica del fenomeno comune per comune

E' stato approvato la scorsa settimana dalla giunta comunale di Modena il Testo Unico relativo all'identificazione dei 416 luoghi sensibili in città, con cui si procederà alla chiusura delle sale gioco e al mancato rinnovamento dei contratti per bar e locali contenenti slot machines che si trovino a 500 metri pedonali da tali luoghi. Una campagna per contrastare l'azzardopatia e la ludopatia, malattie che vedono crescere di giorno in giorno le persone schiave di questo vizio, che molto spesso vede le persone perdere amici, lavoro, famiglia e persino la dignità.

COSA CAMBIA CON LA NUOVA NORMATIVA - VIDEO INTERVISTA ALL'ASSESSORE BOSI

CGIL si preoccupa dei posti di lavoro e intanto i modenesi perdono ogni anno 1.381 euro in slot machines a testa

L'iniziativa, portata avanti dall'assessore alla legalità Andrea Bosi, ha già visto in mattinata la risposta della CGIL che si preoccupa dei posti di lavoro che si perderanno a seguito di questa normativa, e che quindi chiede una mappatura dell'occupazione relative alle sale gioco. Una richiesta che ha dell'incredibile considerando che a Modena ogni cittadino ha speso nel 2016 ben 1.381 euro a testa in un solo anno. Un ancora più preoccupante se consideriamo altri due dati, ovvero le giocate complessive nel 2016 sono state di 255,21 milioni di euro e che ci sono 8 apparecchi di gioco d'azzardo ogni 1000 persone. E se vogliamo contestualizzare quanto è questo valore in termini di vita quotidiana, considerate che il reddito pro-capite dei modenesi è pari a 24.277 euro, perciò significa che il 5,6% dello stipendio finisce in slot machine. E ancora peggio è il trend storico, infatti tra il 2015 e il 2016 sono aumentati del 7,6% gli apparecchi AWP e del +10,9% le giocate complessive. Tanto che se nel 2016 la giocata pro capite annua è di 1381,6 euro quella del 2015 era di 1.244 euro, perciò è aumentata di 137,6 euro.

Classifica spesa pro-capite annua in gioco d'azzardo nei comuni della provincia di Modena

Dei grandi comuni in provincia di Modena, Formigine è la città che ha il più al tasso di denaro giocato pro-capite annuo in gioco d'azzardo  con 1.712,2 euro contro 1.701,6 euro del 2015, seguito da Sassuolo 1.658,9 euro contro i 1.455,5 euro, che per altro registra anche il dato più negativo in termini assoluti di aumento del denato giocato (+203,4 euro). Dopo queste due si vedono in classifica Modena con 1.381 già raccontati e Carpi con1.290,1 euro in aumento rispetto ai 1.196,1 euro dell'anno precedente. Tra i livelli più bassi vediamo: Castelfranco Emilia 991,2 contro i 943 euro, Fiorano Modenese 618,3 contro i 562,8 euro, 918,6 euro contro gli 897,6 euro. Mirandola 791,7 euro contro 605,6 euro, Finale Emilia 1.043,6 euro contro 975,1 euro e Castelnuovo Rangone 630,3 euro contro 531,2 euro. Tuttavia dei maggiori comuni del modenese solo Vignola e Nonantola hanno visto ridursi l'importo pro-capite annuo speso, che è rispettivamente di 630 euro contro i 680 e 465,3 euro contro i 500,7 del 2015.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gioco d'azzardo, classifica per comuni. Ogni modenese spende 1.381 euro all'anno in slot

ModenaToday è in caricamento