Sei donne e tre uomini nella nuova Giunta Muzzarelli. Cinque nomi confermati

Cavazza rimane vice e restano i capisaldi della precedente amministrazione. Entrano: Baracchi, Bortolamasi, Ferrari e Pinelli. Guerzoni capo di Gabinetto

Sei donne e tre uomini, cinque conferme dalla precedente amministrazione, tutti e nove con un profilo politico e professionale caratterizzato da competenza e capacità di innovazione. Sono le caratteristiche della nuova giunta del Comune di Modena nominata martedì 11 giugno dal sindaco Gian Carlo Muzzarelli, confermato per il secondo mandato con il voto del 26 maggio. I nove assessori rappresentano tutte le forze della maggioranza del Consiglio comunale, che si riunisce giovedì 13 giugno per la seduta di insediamento, e nella scelta delle persone e nella ripartizione delle deleghe il sindaco ha tenuto conto, in particolare, dei "contenuti del programma e del pluralismo della coalizione di centro sinistra".

Muzzarelli ha ringraziato tutte le componenti della nuova maggioranza: Pd, Sinistra per Modena, + Europa, Verdi, Modena Solidale e Volt. Il sindaco ha ribadito l'importanza di "un metodo di lavoro, sperimentato in questi cinque anni, basato sulla collegialità della giunta dove ciascuno è un solista di qualità, ma siamo tutti parte della stessa orchestra".

Per sé il sindaco Gian Carlo Muzzarelli tiene le deleghe a Sicurezza urbana e del territorio e alla Programmazione sanitaria. Vicesindaco è confermato Gianpietro Cavazza con responsabilità su Bilancio, Personale e Affari istituzionali. Gli altri assessori sono Grazia Baracchi (Istruzione, Formazione professionale Sport, Pari opportunità), Andrea Bortolamasi (Cultura, Politiche giovanili, Citti universitaria), Andrea Bosi (Lavori pubblici, Manutenzione e decoro della città, Centro storico, Politiche per il lavoro e la legalità), Debora Ferrari,  Quartieri, Partecipazione, Europa e Cooperazione internazionale), Ludovica Carla Ferrari (Città smart, Politiche Economiche, Turismo e promozione della citta, Servizi demografici), Alessanda Filippi (Ambiente, Agricoltura, Mobilità sostenibile), Roberta Pinelli (Politiche sociali, Accoglienza e integrazione, Agenzia casa), Anna Maria Vandelli (Urbanistica, Pianificazione per lo sviluppo sostenibile, Politiche abitative).

Il dottor Giuseppe Dieci viene confermato come direttore generale dell'ente, così come la dottoressa Maria Di Matteo come segretaria generale, mentre per il ruolo di capo di gabinetto, il sindaco ha designato Giulio Guerzoni, 36 anni, laurea specialistica in Comunicazione pubblica, politica e sociale all'Università di Bologna, giornalista e negli ultimi cinque anni assessore con delega prima all'Ambiente e poi ai Lavori pubblici. Sarà lui a prendere il posto di Luigi Costi, in pensione nelle prossime settimane, e sarà affiancato da Stefano Bellentani che continuerà a seguire la comunicazione come digital and social manager del sindaco. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Oltre un chilo di cocaina nascosta sotto il cofano, arrestato un trafficante

Torna su
ModenaToday è in caricamento