Politica

Il M5S spiazza tutti: "Amazon non aprirà alcun polo logistico a Spilamberto"

La senatrice modenese Mantovani visita lo stabilimento di Fara Sabina e l'azienda comunica che al momento non sono in previsioni aperture nella nostra provincia, ma solo il Piemonte e il Lombardia

Colpo di scena nella vicenda relativa all'annunciata costruzione di un nuovo stabilimento di Amazon sul territorio modense: “Amazon non intende stabilire un polo logistico a Spilamberto”. A sorprendere tutti riportando questa notizia è la Senatrice del MoVimento 5 Stelle Maria Laura Mantovani, in seguito alla visita istituzionale effettuata ieri alla sede di Fara Sabina della multinazionale dell'e-commerce.

“Ho domandato ai vertici quali fossero gli aggiornamenti – spiega la Portavoce in Senato del M5S –  visto l’ampio dibattito degli ultimi mesi, la variante adottata in località Rio Secco per il magazzino da 40mila metri quadri, le modifiche alla viabilità e i tavoli con i sindacati. Con mia sorpresa, mi è stato risposto che sono in programma due stabilimenti: uno a Casirate d’Adda (Bergamo), l’altro a Torrazza Piemonte (Torino). Per gli altri poli logistici su cui il gruppo ha indagato, tra cui quello modenese di Spilamberto, hanno aggiunto che è stata un’altra ditta ad aver fatto il loro nome. Tuttavia, Amazon smentisce pubblicamente che, almeno per il momento, costruiranno il polo logistico nella località modenese”.

Le ditte in questione sono due: da un lato la Spilamberto Nord proprietaria dell'area e dall'altro la Vailog, che si occupa di acquisizioni immobiliari per stabilimentoi logistici ed è attiva in diversi paesi europei. Questi i due soggetti con i quali hanno dialogato le istituzioni spilambertesi per poi giungere alla presentazione e all'approvazione della variante per l'area Rio Secco, dove la previsione di insediamenti è stata pensata prorpio per un unico grande magazzino, unanimemente descritto appunto come nuova sede di Amazon.

"Il MoVimento 5 Stelle di Spilamberto - sottolinea la Mantovani - è stato l’unico ad astenersi quando in Consiglio comunale s’è discusso del progetto attuativo relativo alla variante del piano particolareggiato".

La senatrice pentastellata tesse comunque le lodi dell'organizzazione del lavoro interna allo stabilimento da lei visitato: “Amazon assume sia personale senza particolari competenze sia figure qualificate o professionisti molto specializzati – aggiunge Mantovani – e ho notato tanta attenzione alla sicurezza. Ogni soluzione è studiata per favorire l’ergonomia del lavoratore. L’intelligenza artificiale trova compimento in numerosi campi con conseguenti miglioramenti nella movimentazione dei pacchi e dei prodotti, ad esempio non sono i lavoratori che si muovono tra gli scaffali, ma sono gli scaffali che si muovono e vanno dai lavoratori. Certe procedure di sicurezza, come seguire o scendere le scale in fila mantenendo la destra, andrebbero adottate nelle scuole”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S spiazza tutti: "Amazon non aprirà alcun polo logistico a Spilamberto"

ModenaToday è in caricamento