Rimpasto di giunta, il Pd augura buon lavoro alla Filippi

Il segretario cittadino Pd Andrea Bortolamasi e la responsabile Ambiente Simona Arletti commentano l'ingresso della nuova componente nell'Amministrazione Muzzarelli

Dopo le dimissioni dell’assessore Gabriele Giacobazzi, oggi il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli ha nominato come nuovo assessore all’Ambiente Alessandra Filippi. Il commento del segretario cittadino del Pd modenese Andrea Bortolamasi e della responsabile Ambiente e Territorio della Segreteria cittadina del Pd Simona Arletti: “Come partito della città desideriamo ringraziare Gabriele Giacobazzi per il lavoro svolto, in questi anni, al servizio della nostra comunità come assessore ai Lavori pubblici e alla mobilità. Si è occupato di questioni delicate, sempre più dirimenti nella vita quotidiana dei nostri concittadini e lo ha fatto con passione, competenza e attenzione ai bisogni di tutti. Ora intraprende un nuovo incarico come coordinatore della Federazione regionale degli Ordini degli ingegneri e gli auguriamo il meglio per il prosieguo nella sua professione. Gran parte delle deleghe di cui si è occupato passano ora all’assessore Giulio Guerzoni, che ha già dimostrato, in questi quattro anni, di sapere ben lavorare e con grande impegno per il bene collettivo. Desideriamo, infine, dare il benvenuto alla nuova assessora all’Ambiente e alla Mobilità sostenibile Alessandra Filippi. Conosciamo la sua sensibilità e passione per il grande tema della tutela dell’ambiente, a partire, ad esempio, dall’impegno dimostrato nel relazionarsi in modo costruttivo con quartiere, polisportiva e Amministrazione nella progettazione dal basso della zona 30 della Sacca, e siamo convinti che potrà lavorare al meglio all’interno della squadra di Giunta nell’ottica di cercare di dare risposte concrete e trovare soluzioni praticabili alle esigenze in mutamento dei cittadini”.

Andrea Bortolamasi aggiunge: “Manca poco più di un anno alla scadenza amministrativa, un anno per molti versi cruciale, quindi: serve continuare l’impegno già dimostrato in questi anni, ma aumentando, ancora, la capacità di ascolto e confronto. Noi, il Partito democratico, ci siamo e siamo pronti a confrontarci con chi, come noi, ha a cuore il bene della città”.

Simona Arletti commenta: “Modena è città con seri problemi di qualità dell'aria, come il resto della Pianura padana, ma anche grandi risorse come il grande patrimonio di verde, gli investimenti sulle rinnovabili che ci hanno portato già a ridurre del 13% le emissioni di Co2 per contenere il cambiamento climatico, la cura condivisa del bene comune che porta a gestire col volontariato 25% del verde o ad avere un gruppo di Protezione civile di centinaia di volontari pronti per ogni emergenza. Infine con la redazione del Pums e del nuovo piano regolatore della città avremo le occasioni di visione strategica della Modena  sostenibile che vogliamo, più  a misura di gamba, bus e bici che di auto”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secchia e Panaro in piena, i ponti restano chiusi. Si contano i danni per gli allagamenti

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Tortellini e gnocco fritto nel cuore della City, "Bottega Modena" sbarca a Londra

  • Niente comizio in centro per Salvini. E le "sardine" si spostano in Piazza Grande

  • Salvini arriva a Modena, Anche sotto la Ghirlandina scatta la mobilitazione delle "sardine"

  • L'acqua filtra nelle cisterne, automobilisti in panne al distributore

Torna su
ModenaToday è in caricamento