Sicurezza. Pd modenese contro Salvini: "Rischio impegno Forze dell'Ordine per Cpr e non per la città"

Il Pd modenese attacca il Ministro degli Interni: "La nostra priorità è la sicurezza dei cittadini e, vista anche l’ipotesi di apertura di un Cpr, chiediamo che a Modena arrivi nuovo personale delle forze dell’ordine, preparato al compito specifico e aggiuntivo rispetto agli organici attuali"

Da parte del Gruppo del Partito Democratico c’è il pieno sostegno al Piano Sicurezze dell’Amministrazione comunale e alle politiche avviate e ora, come promesso in campagna elettorale, nuovamente rilanciate: "La nostra priorità è la sicurezza dei cittadini e, vista anche l’ipotesi di apertura di un Cpr, chiediamo che a Modena arrivi nuovo personale delle forze dell’ordine, preparato al compito specifico e aggiuntivo rispetto agli organici attuali. Come Pd abbiamo più volte ribadito che non si può pensare di distogliere forze dalle strade della città per ammassarle al Cpr. Perché quelle forze già mancano, siamo sotto di alcune decine di uomini rispetto alla pianta organica, e invece sono necessari. Servono più risorse, non solo turn-over del personale."

Per poi dibattere: "Mentre Salvini è ormai prigioniero di una spirale di odio e xenofobia, a Modena rilanciamo con azioni serie e concrete, con il grande protagonismo e collaborazione dei cittadini, quasi 2000 ormai coinvolti nei Gruppi di Vicinato e oltre 300 volontari della sicurezza. La videosorveglianza è tra le richieste dei modenesi e il potenziamento del numero di telecamere, con l’aggiornamento tecnologico di una parte di quelle esistenti, è fondamentale per dare maggiore sicurezza."

Spiegano: "Inoltre, la prossima assunzione di nuovo personale alla polizia municipale è decisiva per dare nuove risposte ai cittadini e un presidio sempre più capillare del territorio. Per noi la sicurezza non è solo avere più agenti in strada, ma significa anche più protezione sociale e riqualificazione dell’esistente. Stiamo restituendo alla Città l’ex Amcm dopo quasi 30 anni, ora diventerà una cittadella della creatività e della cultura, in particolare teatrale. L’Area Nord e Viale Gramsci, con un lavoro capillare di sostegno del commercio, rivitalizzazione dei luoghi (dal nuovo Parco a uffici ed attività sul viale e all’ r-nord), con la costruzione di nuove strutture come Casa della Salute ormai completata e l’hub territoriale Data Center.

"Dobbiamo constatare che questo Governo - concludono dal gruppo Pd -  continua la sua campagna elettorale permanente fatta di molti annunci e pochi fatti. Alla crescita delle paure e insicurezze dei cittadini, dovute alla recente crisi economica e all’aumento delle disuguaglianze sociali, lo Stato non deve girarsi dall’altra parte, o addirittura fomentarle, ma deve dare risposte concrete, per contrastare le criminalità, soprattutto quella di stampo mafioso."
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate mute e squilli dalla Tunisia, anche a Modena boom di truffe "ping calls”

  • Gli eventi da non perdere nel weekend a Modena e provincia

  • Rubati i dati di 3 milioni di clienti Unicredit, preoccupazione anche Modena

  • Madre denuncia la scomparsa del figlio, rintracciato in carcere a Oslo

  • "Buonasera, io sarei ricercato", ladro ventenne si presenta in caserma con la madre

  • Malfunzionamento della caldaia: padre, madre e bimba di 2 anni al pronto soccorso

Torna su
ModenaToday è in caricamento