rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
social Marano sul Panaro

La Modena nascosta | I calanchi di Villa Bianca e il borgo storico di Denzano

Paiono lame di coltelli o lunghi costoloni provenienti da un pianeta lontano: il vasto bacino calanchifero di Villa Bianca possiede toni grigio-cenere che attribuiscono allo sterile paesaggio tonalità azzurrine per la presenza di solfuri di ferro

La provincia modenese è composta da un variegato ventaglio di paesaggi: dall'appennino alla pianura, dalla collina alla città passando lungo il letto di fiumi e torrenti, attraverso laghi, poggi montuosi e... calanchi.

Siamo a Villa Bianca, frazione di Marano sul Panaro, distante poco meno di 28 km da Modena. E' un piccolo borgo storico che si divide tra una parte ricca di vegetazione e una parte sterile nella quale nel corso della storia si sono formati i calanchi.

L'erosione dei suoli collinari ha provocato nel tempo la formazione di ampie zone sterili che oggi sono parte importante del patrimonio culturale del nostro territorio. Le acque dilavanti hanno scavato nei terreni argillosi solchi profondi che hanno portato alla deformazione del terreno in creste disposte radialmente o parallele. Sono ventagli calanchivi e presso Villa Bianca assumono particolare evidenza. Paiono lame di coltelli o lunghi costoloni provenienti da un pianeta lontano, pinnacoli lunari: il vasto bacino calanchifero possiede toni grigio cenere che attribuiscono allo sterile paesaggio leggere tonalità azzurrine per la presenza di solfuri di ferro.

Oltre ai calanchi, fra i punti di interesse di Villa Bianca spiccano la Chiesa Parrocchiale di San Geminiano, che ospita una copia di una tela del Guercino, e Casa Bernabei, un complesso a corte dove furono ritrovati un pozzo e una fornace di epoca romana. Tra ginestre, prugnoli e ginepri, una carrareccia condurrà al borgo vicino, Denzano, ubicato sulla sommità di un colle. 

La Modena nascosta | Lo sfarzo di Castello Carrobio (che ammaliò anche l'ultimo re d'Italia)

La Modena nascosta | Il campanile ‘fatto di Lambrusco’ della Pieve di Sorbara

Denzano: un borgo abitato immerso nella natura

Altra frazione di Marano sul Panaro, Denzano è un piccolo borgo ubicato sulla cima di un poggio immerso nella vegetazione. Tra querce e ginestre spunta una torre quadrata risalente all'anno 1000: è ciò che resta di un antico castello costruito a Denzano per sfruttarne la posizione strategica data dall'altitudine. La torre è alta all'incirca 15 metri ed è costruita con materiale misto, per lo più argilla, proveniente dalle risorse del territorio circostante.

All’interno del Castello, inoltre, era presente fin dal Medioevo una Chiesa Parrocchiale dedicata all’Assunta. Della costruzione originaria, ora, resta solo l’abside, costruita a immagine del famoso prototipo del Duomo di Modena. Al suo interno, di particolare interesse e pregio sono il fonte battesimale in arenaria risalente al ‘500, un prezioso organo del ‘700 e i paliotti in scagliola degli altari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Modena nascosta | I calanchi di Villa Bianca e il borgo storico di Denzano

ModenaToday è in caricamento