Folklore Modenese | Quando a Modena c'era la goliardica "Mattinata"

Una tradizione del Cinquecento che i governatori della città di Modena ritenevano così pericolosa che la proibirono e sanzionarono pesantemente i trasgressori

Quando si parla di "serenata" tutti sanno a cosa si intende, ovvero quella folkloristica scena in cui lo spasimante si presenta sotto la finestra dell'amata e cerca di convincerla a sposarlo cantandole una canzone, o in tempi più antichi recitando una poesia. Tuttavia, in questo articolo parliamo di una particolare usanza Cinquecentesca detta "mattinata". Di cosa si trattava?

Secondo uno scritto del modenese Carlo Borghi il 28 Febbraio 1528 quando un certo Messer Andrea, rimasto vedovo, aveva iniziato una felice relazione con una nuova donna e aveva intenziona di sposarla. Dopo un periodo di corteggiamento quel 28 Febbraio passò dalle parole ai fatti. Bisogna sapere che all'epoca, secondo quanto rimasto dagli scritti, gli amici dello sposo e della sposa, a quanto pare in caso almeno uno dei due fosse vedovo (ma non siamo sicuri su questo dettaglio), organizzavano scherzi, musica e schiamazzi sotto casa dello sposo.

Allora il futuro sposo doveva scegliere un "difensore della mattinata" che aveva il compito di difenderlo dagli scherzi più pesanti, tuttavia la tradizione voleva che questore difensore fosse pagato dallo sposo. Tuttavia, da quanto si apprende dagli scritti, Messer Andrea era assai tirchio e decise di non pagare Messer Gherardo, estratto quale difensore.

La mattinata perciò avvenne come previsto e nessuno a difendere Messer Andrea, che si vide buttare giù la porta d'ingresso, distruggere la scala principale, la credenza in cucina e alcuni persino salirono sul tetto per vandalizzare anche il comignolo. Messer Andrea non rise affatto anzi li minacciò di sporgere reclamo al Duca, ma secondo il racconto questi non furono certo fermati da tali minacce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tuttavia si viene a sapere che il 24 Ottobre 1547 le Mattinate furono proibite dagli stessi Statuti della Comunità Modenese e chiunque fosse stato denunciato o scoperto effettuarne una, sarebbe stato sanzionato con 5 librre di multa. Probabilmente qualcuno aveva leggermente esagerato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiude anche la Cornetteria: "Queste regole impediscono di lavorare"

  • Cosa fare a Modena e provincia: 10 idee per il weekend

  • Coronavirus, tornano a crescere i casi in regione. "Stiamo testando gli asintomatici"

  • Contagio, due nuovi casi a Carpi e Castelvetro. Deceduta una 54enne

  • Auto ribaltata dopo un tamponamento in via Giardini, un ferito a Formigine

  • Covid. In Emilia-Romagna oggi 31 casi e 7 decessi

Torna su
ModenaToday è in caricamento