rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Sport

Fratellanza, segnali incoraggianti dal weekend Indoor sia dai giovani che dagli assoluti

Conferme ed esordi positivi hanno caratterizzato per la Fratellanza il secondo vero weekend di gare Indoor in vista del fulcro della stagione previsto a febbraio. Evento principale sicuramente la ripresa dei meeting nell’impianto di via Piazza a due anni di distanza dall’ultimo appuntamento ufficiale. Gialloblù impegnati poi anche ad Ancona, Padova e Casalmaggiore.

Modena, personali e vittorie per i gialloblù

Due giornate di gare nell’impianto di via Piazza hanno regalato vittorie e prestazioni interessanti in casa Fratellanza. Partendo dal sabato e, quindi, dalla velocità rientro in gialloblù con vittoria per Freider Fornasari che si è imposto sia in batteria che in finale sui 60 piani rispettivamente con i tempi di 6”82 e 6”72. In gara anche Andrei Zlatan che per soli due centesimi non ha conquistato l’accesso alla Finale 1, ma ha vinto la Finale 2 con un buon 6”86. Nella prova ad ostacoli vince la seconda batteria e realizza il terzo miglior crono Nicholas Laudati in 8”56, sua miglior prestazione migliorata notevolmente in finale con un 8”44 che gli è valso il secondo posto. Tra gli Allievi nono Gregorio Taglini in 9”71.

In campo femminile sui 60 piani la migliore gialloblù è Anna Cavalieri, terza in Finale 2 con 7”81, e alle sue spalle c’è Irene Pini quinta in 7”87. Ottima anche la prova di Chiara Cappi, Allieva al primo anno seconda in Finale 4 con 7”89. Nella gara ad ostacoli Sandra Milena Ferrari continua a crescere migliorandosi di un decimo in finale e chiudendo in 8”57 alle spalle delle imprendibili Giulia Guarriello e Giada Carmassi. Tra le Allieve terza in batteria e seconda in finale Alessia Soukhomazov in 9”14 prima e 8”99 poi.

La domenica, invece, ha visto protagonisti i saltatori con Marco Vendrame secondo nell’alto valicando la misura di 1,95 metri. Nell’asta, invece, riparte da 4,91 metri Jacopo Mussi aggiudicandosi ampiamente la gara davanti al compagno Paolo Pavel Solieri con un ottimo 4,11. Giovani in gara nel triplo con Matteo Cocconi tredicesimo con 12,23 metri e subito alle sue spalle Francesco Rasconi con 12,16. Al femminile secondo posto nell’alto per Nicole Romani che questa volta si ferma a 1,75 metri senza riuscire a valicare la misura di 1,80. Quinta Anna Bondi con 1,61 e alle sue spalle la giovane Bheatrisha Purboo con 1,47. Nell’asta vince Asia Tognoli con il nuovo personale di 3,56 metri. Quarta Ilaria La Martina con 3,01 e quinta Mariasole Carpenito con 2,91. Nel lungo in gara Sandra Milena Ferrari terza come negli ostacoli con 5,56 metri. Esordio stagionale per Costanza Gavioli, specialista però del triplo, undicesima con 5,11 metri. Nel triplo quinta Benedetta Merzi con 11,25 metri.

Ancona, Ori secondo nei 200

Piccola rappresentanza gialloblù in gara anche nella due giorni di Ancona. Sabato il cubano Jordan Martinez Herrera si è piazzato quarto sui 60 ostacoli in 8”23, mentre Alessandro Ori è salito sul secondo gradino del podio nei 200 piani in 21”85 alle spalle di Andrea Federici, bresciano della Atletica Biotekna. Entrambi si sono cimentati domenica anche nei 60 piani con il secondo che ha vinto la Finale 3 in 6”96, ottavo tempo assoluto.

Padova, quattrocentiste impegnate sui 200 e 800

Master e atleti assoluti in gara anche a Padova. Sui 200 donne dodicesima Lisa Martignani in 25”91 e ventottesima Chiara Cappi in 26”69. Negli 800, invece, quinto posto per Alessandra Morandi in 2’14”88 e undicesima Emma Martignani in 2’18”08. Al maschile 200 Master con il terzo posto di Alberto Martignani in 26”35 e sesto per Vito Amoroso in 27”08. Infine i 400 uomini con il Master Alessandro Bianchi sessantesimo in 55”22.

Casalmaggiore, giovani in evidenza

Nelle gare in terra lombarda doppio impegno per Rita Manfredini, seconda sui 60 Cadette in 7”91 e quarta negli ostacoli con 9”60 in una gara dove non è riuscita a bissare la prestazione realizzata in batteria. Nella medesima prova seconda in Finale 2 Laura Ferri con 9”97. Al maschile quinto nella Finale 2 dei 60 piani Pietro Guaraldi con 7”76. Infine il peso dove Agata Baldini ha preso parte alla sfida della categorie Allieve chiudendo sesta con 10,78 metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fratellanza, segnali incoraggianti dal weekend Indoor sia dai giovani che dagli assoluti

ModenaToday è in caricamento