Sport

Sassuolo Brescia 1 -1 | Ettore Marchi fa esplodere il 'Braglia'

Era una partita persa seppur immeritatamente; invece al 94', Ettore Marchi, dopo aver sbagliato tanto ma dopo aver insieme ai compagni tentato ogni soluzione, regala un pareggio ai neroverdi che fa letteralmente impazzire il 'Braglia'

Il Brescia rimane gelato da Ettore Marchi quando ormai pensava di poter tornare a cantare vittoria. Non si sfata il tabù per cui i neroverdi non hanno mai battuto il Brescia, ma un punto guadagnato in questo modo, oltre a tenere il Sassuolo secondo in classifica, esalta il pubblico che corre dalle tribune verso il campo per ringraziare in preda all'euforia.

IL MATCH - Si gioca solo nella metà campo bresciana nel primo quarto d'ora di gara: due buone occasioni dei primissimi minuti di cui la più limpida quella di Gaetano Masucci al 6' che dopo una buona azione corale si trova davanti alla porta ma tira piano e Leali para agilmente. Le rondinelle pagano la tensione che deriva dalle sei sconfitte scorse e si dimostrano subito fallose e poco lucide in difesa. Dopo aver dominato però il Sassuolo cade in una brutta trappola con Terranova che commette fallo in area su Jonathas e sarà lo stesso numero 80 a trasformare al 17' il rigore assegnato dall'arbitro Tommasi. E' un evento segnare per il Brescia che va a riunirsi per un'esultanza sfrenata tutto addosso a mister Scienza. Torna a farsi pericoloso il Sassuolo al 29' che sugli sviluppi di una punizione mette in serie difficoltà la difesa avversaria e subito dopo un colpo di tacco di Boakye innesca Sansone che tenta una magia tirando dai 30 metri ma la palla finisce alta. E' un Sassuolo che crea tante occasioni ma non riesce a coordinarsi in fase conclusiva. I neroverdi non si fermano un attimo con Masucci che addirittura batte le punizioni ancora sdraiato a terra dopo aver subito il fallo e Cofie che distribuisce il gioco con rigore ma rapidità. Niente più Brescia invece fino al fischio che manda tutti a riposo. Al 44' Sansone tenta un altro tiro dei suoi ma ancora una volta finisce alto. Non passa nemmeno un minuto nel secondo tempo che Budel rimedia il secondo giallo atterrando Masucci ed è rosso per lui, abituato a non finire le partite al Braglia in questo 2011. I neroverdi sembrano voler rimediare il prima possibile ma il Brescia trova in 10 una buona copertura e le occasioni diminuiscono rispetto al primo tempo. Tanti lanci lunghi che non passano e raramente entrano in area come al 74' quando Marchi incorna bene ma Leali para. Al 77' Laverone sbaglia un gol praticamente già segnato: Bianchi dalla sinistra gli regala un cross rasoterra che attraversa tutta l'area ma Laverone non arriva in tempo all'appuntamento col pallone. Pochi secondi più tardi Marchi di nuovo di testa manda fuori di pochi centimetri. La superiorità numerica comincia a farsi sentire e al 'Braglia' sale la nebbia. Il Sassuolo continua imperterrito a creare occasioni e a salire con grinta ma senza esiti positivi. All'85' è sempre Marchi ad avere l'opportunità d'oro con la palla tra i piedi in area piccola a portiere battuto ma un difensore riesce a mettere il corpo tra l'attaccante e la porta. Nei minuti di recupero i neroverdi rischiano di subire un ingiusto raddoppio avversario con El Kaddouri in contropiede che sfiora il palo. Si decide tutto negli ultimi due di recupero però con Pomini che sfodera la sua parata forse migliore della carriera su Scaglia e al 94', quando mancavano 7 secondi al termine della partita ecco che insperatamente Marchi approfitta di una mezza mischia in area raccogliendo una sponda di testa di Longhi su cross di Consolini, colpisce male ma insacca alle spalle di Leali gelando il Brescia.

LA SVOLTA DEL MATCH - Dall'espulsione di Budel i neroverdi si convincono di poter riuscire a recuperare il risultato ma fanno emergere tutte le carenze offensive che la squadra accusa una volta uscito Boakye e spremuto Sansone. Ancora una volta però gli astri sono con i ragazzi di mister Pea che trovano un gol insperato ma sicuramente molto cercato dopo una quantità incredibile di attacchi andati male.

DICHIARAZIONI POST GARA - Pea: "Giusto il pareggio perché abbiamo disputato un ottimo primo tempo in cui abbiamo subito l'episodio. Il secondo tempo più disordinato e non siamo abituati ad essere sotto di un gol. Questo Sassuolo è una buona squadra perché chi entra da grande compattezza e grande spirito". Piccioni: "Abbiamo creato le nostre occasioni poi non siamo riusciti a pareggiare subito quindi è stato tutto più difficile. L'errore che ha portato al rigore è un errore di squadra". Marchi: "E' stato un buon punto contro una squadra che secondo me è la migliore che abbiamo affrontato finora. I cambi sono la forza del Sassuolo perché siamo tutti utili e questo è il risultato giusto". Masucci: "Abbiamo reagito e costruito tanto, quando non si pareggia subito diventa difficile. La forza doi questo Sassuolo è che siamo uniti. Questo pareggio è veramente un segnale". Marzoratti: "Stiamoproseguendo bene e col Padova sarà una partita chiave perché con le prime finora non abbiamo vinto. Loro erano in 10 ed è stata dura per noi".

SASSUOLO: Pomini, Longhi, Piccioni, Masucci, Boakye (46' st Bianchi) Sansone, Cofie, Valeri (71' Marchi), Terranova, Marzoratti, Laverone (78' Consolini). A disp.: Bassi, Bianco, Cappelletti, Falcinelli. All.: Pea
BRESCIA: Leali, Daprelà (88' Magli), Budel, El Kaddouri, Feczesin (48' Martina Rini), Salamon, De Maio, Mandorlini, Antonio (80' Scaglia), Berardi, Jonathas. A disp.: Arcari, Paghera, Cordova, Ramos. All.: Scienza
ARBITRO: sig. Tommasi di Bassano del Grappa
RETI: 17' Jonathas (rig.)
NOTE: ammoniti Budel, Antonio, Valeri, Masucci, Bianchi, Deprelà. 1' pt-4' st.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo Brescia 1 -1 | Ettore Marchi fa esplodere il 'Braglia'

ModenaToday è in caricamento