Sport

Sassuolo, Valeri: "Il mercato? Penso solo al prossimo avversario"

Le voci di mercato parlano già di Sampdoria e Bologna per Carl Valeri, ma il centrocampista australiano non da peso a nulla che non sia il prossimo avversario che questa settimana sarà il Grosseto, dove ha passato quasi 5 anni

Partirà domani nel pomeriggio alla volta di Grosseto l'esercito di mister Pea, che approderà in terra toscana per conquistare tre punti, non semplici da ottenere ma troppo utili per rimanere ancorati alle prime posizioni di classifica in questa volata a quattro di fine campionato. L'ex di turno è Carl Valeri, l'australiano che sta disputando uno dei suoi migliori campionati quest'anno: "Gli anni scorsi avevo sempre avuto problemi, finalmente quest'anno sto bene e sono contento". I suoi ricordi legati al Grosseto sono importanti: quasi 5 anni (2005-2010), una promozione in Serie B conquistata proprio grazie ad un suo gol decisivo contro il Padova che valse la vittoria del campionato.

"Ho dei ricordi bellissimi dei miei anni a Grosseto - ha detto il centrocampista -, specialmente il campionato vinto; questo è il passato però, ora io e tutta la squadra dobbiamo andare là a cercare di fare più punti possibile. Contro l'Empoli abbiamo ritrovato la vittoria anche in casa, ma non avevamo nessun blocco, infatti abbiamo sempre fatto la prestazione con la mentalità giusta e divertendoci: così arrivano anche i risultati". Il momento imporrebbe di cominciare a buttare almeno un occhio alla classifica, ma Valeri non ci pensa nemmeno: "Noi dobbiamo guardare solo il prossimo avversario, è inutile guardare la classifica. Nel calcio, quando ti diverti e fai bene, non c'è niente di meglio. Le voci che parlano di un interesse della Sampdoria o del Bologna mi fanno piacere, ma sono solo chiacchiere; io rimango concentrato solo sul prossimo avversario".


Il prossimo avversario è appunto il Grosseto, squadra che ha una certa tranquillità in classifica ma che gioca un buon calcio e ha una piazza non semplice: "Anche se ultimamente vanno allo 'Zecchini' pochi tifosi, Grosseto è una piazza calda, perciò è sempre difficile fare il risultato. Io credo di aver lasciato un bel ricordo a tutti, compresi i ragazzi; non so come mi accoglieranno i tifosi ma penso con applausi. Non c'è nessuno di loro da temere in particolare, ma tutta la squadra è difficile da affrontare. Consonni aiuta sempre tutti, devo ringraziarlo anche io. Camilli è un vincente ed è riuscito a trasformare una piazza con pochi tifosi in una piazza calda perché vuole sempre vincere, così è difficile andare là a fare i punti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sassuolo, Valeri: "Il mercato? Penso solo al prossimo avversario"

ModenaToday è in caricamento