Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Blocco dei licenziamenti, Caiumi: "Non rimanere troppo fermi su una posizione"

 

La questione è spinosa, soprattutto in Emilia-Romagna, dove sta per iniziare il confronto tra Regione e parti sociali per il nuovo patto per il lavoro e per il clima. A livello nazionale, pero', Confindustria ha contestato il blocco dei licenziamenti causa-covid prorogato dal Governo e ieri i sindacati a Bologna hanno detto chiaro e tondo che il tema deve essere inserito nel documento che dovrà guidare il sistema Emilia-Romagna fuori dalla crisi.

"La situazione che abbiamo affrontato nella fase del covid è stata curata sia da parte del Governo che delle imprese e, di conseguenza, anche da parte dei sindacati. La comunità si è comportata particolarmente bene", premette il presidente di Confindustria Emilia, Valter Caiumi. "Oggi dobbiamo cercare di essere magari più attenti a non addormentarci su un posizionamento. Non ho, a oggi, dati che possano indurre a un certo tipo di valutazione, ma nemmeno possiamo rimanere per troppo tempo fermi in una posizione", ammonisce Caiumi a margine della presentazione dello studio di Porsche Consulting sulla filiera dell'automotive. "Ci sono sicuramente situazioni che possono essere affrontate su vari canali, ci sono toni di grigio e dobbiamo saperli affrontare. Non possiamo aspettare che ci dicano che l'economia è ripartita, perchè non ce lo dirà più nessuno. L'economia partirà gradualmente e in alcuni settori", avverte il numero uno degli industriali di Bologna, Modena e Ferrara.

"Il livello dell'occupazione è proporzionale al nostro livello di stimolo e di preparazione. Dobbiamo essere consapevoli, studiare, capire cosa sta cambiando nel nostro Paese e nel nostro territorio. Prima riusciamo a far arrivare tutto questo alla comunità e prima ci adegueremo ai nuovi modelli. Adeguandoci in anticipo, avremo quei benefici che abbiamo saputo catturare negli anni passati molto prima degli altri", conclude.

(DIRE)

Potrebbe Interessarti

Torna su
ModenaToday è in caricamento