rotate-mobile

VIDEO | Punto Nascita e Ospedale di Mirandola:, il Pd: "Serve un rilancio"

Il Partito democratico della Bassa modenese, unitamente al Gruppo consigliare PD & Liste Civiche nell’Unione dei Comuni e al Gruppo Pd in Consiglio provinciale, ha tenuto oggi una conferenza stampa per parlare del Punto nascita e degli investimenti in corso per il rafforzamento dell’Ospedale S. Maria Bianca e della sanità territoriale nel Distretto di Mirandola.

Al centro la mozione di indirizzo politico presentata dal Pd in Consiglio dell’Unione dei Comuni e approvata ieri sera con la convergenza di tutti i gruppi consiliari sulla necessità di non chiudere il Punto nascita. Convergenza che apre la strada all’approvazione unanime del documento anche in tutti i nove Consigli comunali del territorio dell’Unione della Bassa modenese.

“Si tratta di una mozione che supporta e rafforza il pronunciamento unanime dei sindaci contro ogni ipotesi di chiusura del Punto nascita dell’Ospedale Santa Maria Bianca – spiega Paolo Negro, capogruppo del Gruppo PD - Liste Civiche nel Consiglio dell’Unione dei Comuni della Bassa modenese e primo firmatario della mozione – è molto importante, dopo alcune puerili schermaglie, questa unanime convergenza su un obiettivo così importante. Il Punto nascita è parte integrante ed imprescindibile della strategia di rafforzamento dell’attrattività dell’Ospedale di Mirandola, che passa dai 20 milioni di euro di investimenti in corso o in programma sull’Ospedale. Siccome l’orizzonte è questo, chiediamo al governo di concedere nel frattempo la deroga al numero di parti minimo (500), già richiesta dalla Regione, in ragione anche della proroga oltre quest’anno dello stato di emergenza post terremoto. In questi giorni c’è chi ha tentato di riportare indietro le lancette dell’orologio: il problema sarebbe ancora la classificazione dell’Ospedale di Mirandola come minore ospedale di prossimità, rispetto all’Ospedale di Carpi che sarebbe l’unico ospedale di area. Questa classificazione è già superata dalle norme e dall’odg presentato dal presidente della CTSS Giancarlo Muzzarelli ed approvato all’unanimità da tutti i sindaci della provincia”.

Si parla di

Video popolari

ModenaToday è in caricamento