Elezioni 2019. Il centrosinistra avanti in tutta la provincia. Quattro comuni al ballottaggio

I dati delel consultazioni Amministrative hanno ribaltato l'esito delle Europee, riconsegnando quasi tutte le amministrazioni al centrosinistra. Il centrodestra riprende Sassuolo. Secondo turno a Carpi, Castelfranco, Mirandola e Maranello

E' arrivata l'attesa data del 26 maggio, con le elezioni per il rinnovo del Parlamento Europeo, ma anche l'elezione del sindaco e del Consiglio comunale in molti Comuni italiani, compresi ben 34 dei 47 comuni della provincia di Modena.  Le operazioni di spoglio elettorale hanno preso il via a partire dalle 23 di domenica 26 maggio. Gli scrutinatori sono partiti dalle schede relative alle Europee. Lo spoglio dovrebbe finire nelle prime ore di lunedì 27 maggio. Dalle ore 14 di lunedì il personale è tornato al lavoro per lo spoglio delle schede azzurre relative alle elezioni Amministrative, i cui risultati sono attesi fra il tardo pomeriggio e la serata.

Il primo dato riguarda l'affluenza al voto, che si è attestata leggermente sotto i livelli di 5 anni fa, sia per le consultazioni europee che per quelle comunali. L'affluenza alle urne nei comuni modenesi

Elezioni Comunali, centrosinistra avanti ovunque

I risultati premiano le amministrazioni uscenti e il centrosinistra su quasi tutto il territorio provinciale. A Modena Gian Carlo Muzzarelli avanti al primo turno con ottime percentuali di coalizione, così come i suoi colleghi di centrosinistra a Nonantola, Soliera, Formigine e Fiorano. Risultati più incerti a Mirandola e Carpi, Castelfranco dove si dovrà ricorrere al secondo turno di ballottaggio. Secondo turno anche a Maranello, tra Zironi e Barbolini. A Sassuolo vince invece il centrodestra, che ribalta il colore del comune con Gianfrancesco Menani.

Di seguito la lista completa dei risultati nei 34 Comuni modenesi al voto:

Elezioni Europee, i risultati

I risultati definitivi dello scrutinio dei 704 seggi presenti in provincia di Modena consegnano un quadro in linea con con quello nazionale, ma ancora più significativo in termini di cambiamento per il territorio modenese. Il primo dato è quello di una crescita esponenziale della Lega di Matteo Salvini, che si attesta al 33,83%. Un risultato davvero significativo se si pensa che cinque anni fa il Carroccio aveva ottenuto alle elezioni europee appena il 5% e che alle politiche dello scorso marzo si era fermato sotto al 20%.

Alla crescita della Lega fa da contraltare il crollo del Partito Democratico, che si ferma al 33,56% a fronte di un 54% della scorsa tornata elettorale. Un "pareggio" sostanziale, dunque, tra le due forze più rappresentative a livello nazionale, con i dem storicamente più forti nel modenese che in altri territori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Calo sensibile del Movimento 5 Stelle, attestato al 12,82%: nel 2014 i pentastellati avevano ottenuto sul territorio modenese il 19%. Dimezzata anche la percentuale di Forza Italia, di poco sopra al 5%. Tutti i risultati delle europee.

Provincia di Modena: tutti i candidati nei Comuni al voto

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19. Muore a soli 36 anni la delegata sindacale di Villa Margherita

  • E' positiva al virus ma esce in bicicletta, denunciata a Modena una 47enne

  • Buoni spesa, a Modena fino a 500 euro a famiglia. Domande da lunedì

  • “Back on Track”, Ferrari prepara la riapertura con uno screening per i dipendenti

  • Coronavirus, in Emilia-Romagna 608 positivi e 75 decessi in più

  • Covid-19, da Modena lo studio per comprendere come funziona l’infezione 

Torna su
ModenaToday è in caricamento